Napoli Prov.

Emergenza sicurezza: a Castellammare arrivano le ronde

Antonio SicignanoCASTELLAMMARE DI STABIA. Anche la città delle acque potrebbe avere a breve le ronde per la sicurezza. Ad annunciarlo ai microfoni di MetropolisTg è stato Antonio Sicignano, …

… che sta organizzando sul punto una vera e propria associazione di ex dipendenti delle forze dell’ordine. «Il nuovo decreto sulla sicurezza che il governo Berlusconi si appresta a varare – spiega Sicignano – prevede la nascita dei “volontari per la sicureza”, ovvero gruppi di privati cittadini che decidono di coadiuvare le forze dell’ordine nella lotta alla repressione del crimine. Ebbene, molti cittadini ci hanno chiesto di organizzarci in tal senso – aggiunge – e, proprio per sgomberare il campo da ogni polemica e per cercare di organizzare un corpo professionale, stiamo mettendo insieme ex dipendenti delle forze dell’ordine e delle forze armate. Tra questi sceglieremo persone affidabili ed equilibrate».

Intanto, Sicignano sottolinea: «Sia ben chiaro, noi non vogliamo sostituirci alle Forze dell’Ordine, che in città già fanno un ottimo lavoro, e né vogliamo alimentare un clima da “giustizieri fai da te”. Noi vogliamo solo dare il nostro contributo nel rispetto delle leggi e del nuovo decreto sicurezza».

Inoltre, secondo l’esponente regionale dei Circoli della Brambilla, i volontari per la sicurezza potrebbe rivestire compiti ampi. «Il nostro modello sono i City Angel di Milano e sbaglia chi immagina i volontari come i “giustizieri della notte”, perché, in realtà, loro potrebbero essere utilizzati non solo per prevenire certi reati, ma anche come aiuto per i pensionati fuori gli uffici postali, o nei luoghi sensibili per scoraggiare gli sversamenti abusivi di rifiuti, o in prossimità dei luoghi frequentati dai bambini per evitare atti di violenza. Comunque, noi ora attendiamo il Regolamento del settore che deve essere emanato dal Ministero e ci organizziamo di conseguenza. Intanto, se ci sono ex dipendenti delle forze dell’ordine o delle forze armate che vogliono partecipare, li invitiamo a contattarci all’email cdlstabia@libero.it, o a recarsi presso la sede del Circolo in Via Marconi 50». «Sono pienamente convinto – conclude – che la sicurezza sia compito dello Stato ma se si verifica l’ipotesi che i cittadini si associano per dare il loro aiuto, non ci trovo nulla di male».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico