Aversa

La Tarsu aumenta, stabili Irpef e Ici

 AVERSA. Aumento della Tarsu del 15% per l’anno in corso e dimezzamento dei costi per l’utilizzo di strutture sportive e ricettive di proprietà del comune, …

… ma anche individuazione di immobili da dismettere o da valorizzare e istituzione di un fondo di solidarietà a favore dei commercianti vittime dell’usura o del racket del pizzo nel bilancio 2009 che ieri mattina l’esecutivo di centrodestra guidato dal sindaco azzurro Mimmo Ciaramella, ha approvato dopo la presentazione dell’assessore al ramo Pasquale Diomaiuta. “Aumentare la Tarsu, – ha dichiarato quest’ultimo – è stata una scelta obbligata considerato che la tassa è correlata al costo del servizio e che il nuovo progetto che andremo a varare costerà di più. Nessun aumento, invece, per addizionale Irpef e Ici, mentre si dimezzano i costi per palazzetto, tensostruttura ed ex mattatoio. Nel mercato ortofrutticolo, infine, non si pagherà più la Tosap, ma un canone di locazione commisurato agli spazi occupati”.

Nello strumento contabile anche un’appendice, redatta dall’assessore al patrimonio Aniello De Cristofaro, contenente i cespiti immobiliari da dimettere o valorizzare. In questo senso, destinazione a casa dello studente (in concessione all’Adisu per 30 anni) dell’ex sede della Regia Scuola Media, la creazione di un’isola ecologica nell’ex scuola materna di viale Europa e nuove destinazioni anche per la Casa del Fascio ed altri immobili ubicati in città. A questo punto l’assessore promette ritmi serrati per l’approvazione. Lo strumento contabile, insieme al piano triennale delle opere pubbliche, infatti, sarà consegnato questa mattina ufficialmente agli assessori. Consegna anche ai revisori dei conti per poi consentire l’esame pubblico a tutti i consiglieri e alle associazioni. “Ci ripromettiamo, e speriamo di riuscirci, di andare in consiglio il 20 marzo (sette giorni prima della nascita del Pdl, chissà che non sia una ennesima prova di forza, n.d.r.). Abbiamo stilato un bilancio quanto più realistico possibile. Abbiamo cercato di prevedere anche spese che precedentemente racimolavamo nel corso dell’anno come le manifestazioni di Estate e Natale ad Aversa, oltre a manifestazioni per la valorizzazione di prodotti tipici e un incontro di box con un campione mondiale. Il tutto nei limiti del patto di stabilità”.

Intanto, al consigliere di An Gianmario Mariniello che aveva accusato Galluccio e Scalzone di essersi dichiarati non più di An ed aveva rivendicato un altro assessore a scapito di Dello Vicario (il più votato in assoluto) e di Della Valle, Galluccio e Scalzone rispondono di sentirsi onorati di “rappresentare in aula e fuori An e di avere memoria delle diverse volte in cui, invece, Mariniello ha detto in aula che il suo voto avvenivasecondo coscienza”. Inoltre, entrambi rammentano “la stretta di mano che lo stesso Mariniello diede agli attuali assessori di An le cui dimissioni da consigliere comunalegli consentirono di subentrare nel civico consesso”, ricordando il valore del gesto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico