Sant’Arpino

Il Pd alla maggioranza: “Incapaci e bugiardi”

Palazzo DucaleSANT’ARPINO. “Veramente c’è da restare allibiti nel leggere il comunicato sulle luminarie. Un comunicato per ‘giustificare’ uno spreco inutile e vantaggioso solo per la ditta incaricata”.

E’ quanto riporta una nota a firma del Pd, che si chiede: “Che fine hanno fatto le luminarie già di proprietà del Comune e in deposito presso la Multiservizi? Perché si è preferito spendere altri 21.300 euro e non impiegare quello che già c’era e con un costo per la sola installazione di 3.000 euro? Certo – continua la nota – è bello vedere il Palazzo Ducale illuminato e addobbato. Ma quello che si critica è il costo spropositato, per il quale si nutrono forti dubbi sulla congruità! Se il Natale viene piegato ad una logica consumistica e le luminarie per fare campagna elettorale, vuole dire che questo nostro Paese non ha proprio futuro! Non sarebbe stato meglio destinare tali risorse al ‘Laboratorio scientifico’ presso la scuola media, dove non è possibile utilizzare le attrezzature per mancanza di fondi?

Ma la cosa più grave è che per fare campagna elettorale si ricorre a spudorate menzogne e si inventa un territorio completamente illuminato. Ma questi signori, degni eredi di Nerone e Caligola, credono che i cittadini di Sant’Arpino siano dei gonzi? E la menzogna che grida maggiore vendetta è quella riferita al cosiddetto risparmio sulle indennità per finanziare per 21.500 euro(oltre 40 milioni del vecchio conio) l’installazione di luminarie su di una parziale parte del territorio comunale. Ma di quale risparmio parlate, voi che per le sole indennità percepite oltre 100.000 euro di compenso (200 milioni del vecchio conio)?

Ridicolo, poi, il riferimento al Palazzo Ducale, dove è il caso che siano gli attuali amministratori a dirci: che fine ha fatto il progetto arredo e perché nulla si è mosso per attivare le risorse finanziarie? Che fine hanno fatto i finanziamenti regionali per la ristrutturazione dell’ala interna del Palazzo da adibire a teatro comunale? Una cosa è fare una semplice pulizia, un’altra cosa, così come previsto, consolidare e sistemare i locali mettendoli in sicurezza per renderli agibili! O dobbiamo aspettare il Natale del 2009?

Inoltre, vogliamo solo ricordare che è certamente un’altra cosa ristrutturare e rendere fruibile il Palazzo Ducale, cosa realizzata dalla passata amministrazione! Auspichiamo che senza altri sprechi realizziate almeno l’arredo! E di quali sprechi parlate? Ma se state utilizzando risorse finanziarie del nostro bilancio! E non ci dite che state utilizzando i soldi dei cosiddetti ‘sprechi’. Perché sapete bene che le consulenze le avete confermate; i costi dei cellulari sono migrati ( cioè trasferiti) sulla bolletta telefonica; la indennità di carica la prendete con costi maggiori dei nostri anche per la presenza di più ‘professionisti ed imprenditori’ nella Giunta; la comunicazione grafica costa altri 7.500 euro contro i 5.000 degli anni precedenti, dove si curavano intere rassegne culturali e l’immagine comunicativa dell’Ente. Ora, voi state utilizzando, tra l’altro male, la nostra comunicazione grafica, ma comunque la utilizzate. Come portavoceavete utilizzato, illegittimamente, una volontaria del servizio civile con il rischio di danneggiarla e vanificare il progetto; la segretaria è stata confermata. Cosa rimane l’auto di servizio? Ed allora vogliamo verificare quante spese di missione sono state liquidate negli ultimi sei mesi e quante volte è stata utilizzata l’auto dei vigili per commissioni non rientranti nei compiti istituzionali di Polizia Locale? Allora, perché non dite che state utilizzando risorse che erano destinate all’assunzione di nuovo personale (tre vigili urbani) e stabilizzazione dei Lavoratori socialmente utili? Allora smettetela di essere bugiardi e faziosi e pensate a lavorare per l’interesse generale della Comunità e non prendete in giro i cittadini!”.

“Siete proprio senza pudore. – rincara la dose il Pd – In questi otto mesi la vostra attività amministrativa ha conseguito dei vergognosi insuccessi (vedi raccolta differenziata) e dei clamorosi ‘dietrofront’ (vedi Co.d.i. e Multiservizi). E in questi otto mesi le iniziative che rivendicate sono la riapertura della Biblioteca e l’Internet Point, per il quale c’era il finanziamento con i fondi europei da noi ottenuto! Bene. C’erano già e le avete solo ‘riverniciate’! Ma abbiate il coraggio e l’onestà di ammettere e riconoscere che state vivendo di rendita, che non c’è traccia, allo stato, di una vostra iniziativa che segni una “discontinuità” rispetto al passato.

Il cambiamento – conclude il Pd – riguarda voi, i vostri amici e gli amici degli amici come dimostra l’affidamento per l’installazione delle luminarie ad una ditta di Frattaminore”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico