Campania

Vigilanza, Sngg denuncia la situazione appalti

Marco FuscoNAPOLI. In una lettera all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il segretario del Sindacato nazionale guardie giurate, Marco Fusco, denuncia la situazione degli appalti in Campania nel settore della vigilanza e trasporto valori.

“Ogni tentativo di poter tutelare le guardie giurate dipendenti degli istituti di vigilanza operanti sul territorio nazionale sta diventando un’avventura sempre più ardua, in quanto gli organi preposti al controllo sugli istituti di vigilanza non si decidono ad adottare tutte quelle misure necessarie e previste dalla legge affinché vengano rispettate soprattutto le tariffe di legalità. Fin quando istituti di vigilanza, desiderosi di acquisire tutti i servizi, dal trasporto valori al piantonamento fisso, applicheranno tariffe che vanno al di sotto del reale costo del personale dipendente, la situazione peggiorerà sempre di più. Si sta vivendo una realtà terribile in Campania, dove due grosse aziende si stanno accaparrando tutto il mercato del trasporto valori nonché dei servizi di piantonamento antirapina presso gli istituti di credito in tutte le province della Campania applicando prezzi che potrebbero oscillare tra 10,50 ad un massimo di 14,50 euro.

Va precisato che i servizi con le tariffe più basse, quelle aziende le danno in subappalto ad altri istituti, messi ormai alla fame. Vorremmo capire a che cosa sia servita la norma per la tutela della concorrenza e del mercato, legge 10 ottobre 1990 n.287, quando poi vi sono imprese che finiscono per danneggiare il mercato pur di accaparrarsi più servizi possibili.

La domanda che poniamo alle autorità competenti al controllo degli istituti di vigilanza è la seguente: “Vi rendete conto della realtà che si è creata a danno di migliaia di famiglie per l’avidità di imprenditori senza scrupoli e senza un pizzico di dignità che giocano sulla vita di migliaia di uomini che rischiano la propria vita svolgendo un servizio così delicato quale la vigilanza privata e il trasporto valori?”.

Come si può permettere che enti pubblici bandiscano gare di appalto di vigilanza e trasporto valori con ribassi del 30-40% sulla tariffa di legalità? L’attività svolta dalle Guardie Particolari Giurate, va sempre ribadito, è un attività ad alto rischio. Il Garante dovrebbe intervenire con forte determinazione imponendo a tutti gli enti pubblici che usufruiscono dei servizi di vigilanza e trasporto valori di rispettare le tariffe minime che possano garantire il giusto compenso alle guardie giurate comandate a svolgere i servizi per loro conto e un giusto anche se minimo profitto alle aziende. Finché non si prenderanno seri provvedimenti le Guardie Particolari Giurate saranno sempre messe alla berlina ed usati da imprenditori che calpestano i loro diritti e la loro dignità di lavoratori e di uomini. La cosa più incisiva ed immediata che andrebbe fatta da parte delle autorità competenti è il controllo accurato e capillare di quegli istituti di vigilanza privata che svolgono la maggior parte del trasporto valori e contazione con relativa custodia di valuta per conto di quasi tutti gli istituti di credito operanti in Campania, in modo da dare delle risposte chiare dal come possano i predetti istituti di vigilanza sopravvivere alle spese abbondantemente superiori a quello che è il ricavato dei servizi svolti (le valute in giacenza presso i caveau restano sempre a disposizione degli istituti di credito? Oppure nei periodi di giacenza servono ad altro?).

Noi pensiamo che sia preferibile fermarci qui in attesa che il Garante e le altre autorità preposte facciano chiarezza e pongano fine ad un attività di sfruttamento delle Guardie Particolari Giurate nonché a vere e proprie organizzazioni che tutto fanno tranne che rispettare le leggi del mercato e dello Stato”. Marco Fusco

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico