Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Dal 1873 ogni anno la Commemorazione dei Defunti

cimiteroMARCIANISE. Il Camposanto di Marcianise fu fondato e benedetto nel 1850.

Alcune notizie storiche ci pervengono da Giuseppe Musone, primo Sindaco della città dopo l’Unità d’Italia, nel suo discorso di sessione ordinaria del Consiglio Comunale del 13 Ottobre 1864, dove testualmente dice: “…. Ma qual’è intanto il nostro Camposanto Comunale? Luogo agreste e selvaggio, ove non un tumulo, non un fiore, non una pietra ci ricorda de’ nostri cari estinti, ove finanche l’onor elle croci era abolito! – Ma un acconcio progetto di restaurazioni è stato votato, e una grande urna riceverà le ossa disumate, e una Chiesa di grandiose proporzioni sorgerà, e il nuovo scompartimento del terreno, e le tombe di famiglia cancelleranno ogni sinistro aspetto. … pure co’ mezzi disponibili del corrente esercizio il lavoro sarà iniziato in economia, e quel sacro locale diverrà ben tosto la degna requie de’ defunti, e testificherà a’ nostri figli la civiltà de’ loro genitori”. Venne perciò incaricato, per la progettazione della Cappella Municipale e relativa sistemazione, il primo architetto civile di Marcianise, Giovambattista Argenziano. Le opere si conclusero sotto l’amministrazione del sindaco Nicola Gaglione nel 1873, la Cappella fu consacrata nel giugno dello stesso anno e dedicata alla Madonna della Pietà; in questa occasione tenne il discorso il Can. Paolo Tartaglione. Sempre nello stesso anno il Consiglio Comunale presieduto da Gaglione, insieme al Capitolo dei Canonici di San Michele Arcangelo stabilirono che, ogni anno, le autorità civili e religiose si recassero al Camposanto processionalmente il 2 novembre per compiere nella detta Cappella la solenne commemorazione dei defunti. La prima processione risale al 2 Novembre 1873 e fu fatta con grande solennità: il discorso funebre fu tenuto dal Teologo professor Raffaele Musone, in seguito ogni anno fu incaricato un canonico della Collegiata, mentre il Primicero celebrava e celebra tuttora la Messa Solenne. (di Donato Musone)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico