Italia

Meredith, fascicolo in ritardo: processo rinviato a gennaio

da sin. Amanda, Raffaele e MeredithPERUGIA. Per motivi burocratici il processo per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher è stato rinviato a gennaio.

Il tribunale ha ricevuto il fascicolo e l’elenco dei teste d’accusa in ritardo e, pertanto, il presidente del collegio ha deciso di posticipare la prima udienza, in programma il 4 dicembre, al 14 gennaio. Il processo, ricordiamo, vede imputati la studentessa americana e coinquilina di Meredith, Amanda Knox, e l’ex fidanzato di quest’ultima Raffaele Sollecito, mentre l’ivoriano Rudy Guede è stato già condannato a trent’anni con rito abbreviato. I due sono accusati di aver ucciso nella notte fra il 1 e il 2 novembre del 2007 la giovane britannica.

Negli ultimi giorni è spuntato un testimone, ritenuto attendibile dai pm Giuliano Mignini e Manuele Comodi, che sostiene di aver visto insieme Meredith, Amanda, Raffaele e Rudy due giorni prima del delitto. Si tratta di un giovane neo laureato italiano, presentatosi spontaneamente dai magistrati, a cui ha riferito di essere passato casualmente il 30 ottobre dello scorso anno in via della Pergola, vedendo i quattro uscire insieme dal cancello. Ciò costituirebbe per gli inquirenti la prova che Knox, Sollecito e Guede si conoscevano.

Di ieri, poi, la notizia che il pm Mignini starebbe riesaminando la dinamica dell’aggressione e i referti medici per verificare se il graffio sul collo di Amanda sia stato inferto da Meredith prima o dopo la colluttazione nell’appartamento, che avrebbe coinvolto anche Raffaele e Rudy.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico