Villa Literno

Rigassificatore a Villa Literno, ‘No’ della Ugl

Tammaro Tavoletta VILLA LITERNO. Cancellando dal piano rifiuti della Campania il quinto inceneritore ipotizzato dal presidente Berlusconi, l’assessore regionale all’ambiente Walter Ganapiniha invece annunciato la nascita di un rigassificatore che sorgerà in provincia di Caserta e precisamente nel comune di Villa Literno.

Come era prevedibile, la notizia ha subito scatenato numerosi commenti. Dopo le dichiarazioni rilasciate dal consigliere regionale del Nuovo Psi Massimo Grimaldi e da Ronghi dell’Mpa, arriva oggi la presa di posizione della Ugl. “Ritengo inopportuna la scelta di impiantare un rigassificatore nel nostro comune. – ha commentato il responsabile cittadino della Ugl Tammaro TavolettaAncora una volta Villa Literno viene considerata l’ultimo avamposto della civiltà, il primo luogo a cui pensare quando c’è bisogno di risolvere un problema”. Gli fa eco il vicesegretario provinciale della Ugl Ferdinando Palumbo: “Non siamo per il no al rigassificatore, ma per il si allo sviluppo della economia della provincia che è fondata sull’agroalimentare. Come già successe l’anno scorso, quando sembrava dovesse nascere una discarica nel comune di Pignataro Maggiore, anche questa volta invito alla cautela. E’ bene valutare l’impatto che provocherebbe tale decisione sulla già difficile condizione in cui versano le aziende casearie presenti sul territorio, le quali rappresentano uno dei pochi sbocchi occupazionali in una zona ad alto tasso di disoccupazione. Invitiamo gli amministratori a convocare un tavolo che mettendo assieme cittadini, allevatori, parti sociali e produttori ricerchi la migliore soluzione possibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico