Gricignano

Lettieri: “Il Cdl istiga i cittadini a non pagare le tasse”

Andrea LettieriGRICIGNANO. “Quella posta in essere dal Circolo della Libertà è pura disinformazione ed istigazione verso i cittadini a non pagare le tasse”.

Il sindaco di Gricignano e assessore provinciale, Andrea Lettieri, smentisce quanto sostenuto dal coordinatore cittadino del Circolo della Libertà, Sebastiano Della Gatta, secondo il quale il debito vantato dall’Acqua Campania riguardante le acque di depurazione può essere annullato alla luce delle ultime decisioni della Corte Costituzionale. “La sentenza a cui si fa riferimento – spiega il sindaco Lettieri – riguarda i Comuni che non usufruiscono di impianti di depurazione, mentre la rete fognaria di Gricignano scarica regolarmente le acque reflue attraverso il depuratore di Villa Literno”.

Pertanto, come afferma il primo cittadino, la sentenza numero 335 del 10 ottobre della Corte Costituzionale non è valida per il Comune di Gricignano. La stessa sentenza, infatti, dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 14, comma 1, legge 5 gennaio 1994, n. 36 (Disposizioni in materia di risorse idriche) e dell’art. 155, comma 1, primo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152 (Norme in materia ambientale), nella parte in cui prevedono che la quota di tariffa riferita al servizio di depurazione è dovuta dagli utenti “anche nel caso in cui manchino impianti di depurazione o questi siano temporaneamente inattivi”.

“A questo punto – incalza il sindaco – attendo dal coordinatore del Circolo della Libertà un’indicazione valida per risolvere il problema del debito dell’AcquaCampania. Intanto, rivolgo allo stesso coordinatore un appello: prima di fornire ai cittadini notizie false farebbe bene a verificarle. Anche perché se i cittadini interpretassero le sue dichiarazioni come un invito a non pagare le tasse relative alle acque reflue potrebbe incorrere in eventuali reati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico