Orta di Atella

Puzza, cittadini attendono la decisione del Tar

Immagine del corteo del 20 settembre '08ORTA DI ATELLA. Cresce sempre di più la tensione tra i cittadini di Orta di Atella, soprattutto tra quelli che da lunedì scorso hanno formato il presidio permanente sulla via di accesso per l’Eurocompost.

Un’ansia scaturitain particolaredalla sentenza che il Tar dovrà dare riguardo alla sospensione di 30 giorni, decisa dal Comune lo scorso 29 agosto nei confronti dell’opificio. Ricordiamo, infatti, che tale ordinanza fu emanata per attuare tutti i controlli necessari a valutare la regolarità dell’azienda in questione, la quale, avendo fatto ricorso, aveva ottenuto la sospensiva fino alladata dellasentenza, stabilita per oggi, 25 settembre. Unverdettoal cui tavolo degli imputati sono presenti non solo i cittadini di Orta ma di tutto l’hinterland atellano. E’ forte il timore diuna “condanna” alla “privazione dell’aria”. Per questo molti minacciano una rivolta popolare, da cuisi è fermamente dissociato il Comitato “OrtaNuova”, checomunque non si arrenderà di fronte alparere sfavorevole dei giudici, ma continuerà la lotta per la quale è stato costituito. Se invece il Tar rigettasse il ricorso dell’azienda sarebbe un grande incoraggiamento ed una risposta molto significativa per i cittadini. Intanto,il presidio non si è mai sciolto. Si continuacon i turni.Stanotte si è acceso un fuoco per combattere il freddo e nonsi smette di discuteresull’argomento. Molti non si conoscevano neppure e si sono ritrovati a lottare per lo stesso scopo, dimostrando di avere una dignità che nessuna cattiva amministrazione, nessun governo indifferente, nessun olezzo potrà mai calpestare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico