Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Verdi al Sindaco: “Caro Achille, così non va”

Achille CennamiMONDRAGONE. “Caro Achille, così non và” questo l’incipit di Giancarlo Burrelli, leader dei Verdi di Mondragone che si rifanno vivi dopo mesi di silenzio ” quando cambia una Amministrazione le aspettative sono legittime.

Specialmente quando è di segno diverso da quella precedente. Specialmente dopo nove anni caratterizzati da brutte vicende, arresti e sospetti su una intera classe politica di centrodestra, come la magistratura ha disvelato. Ormai sono trascorsi i classici 100 giorni ma la Città non si è accorta di alcun mutamento. Eppure ha voluto il cambiamento, di misura, ma lo ha cercato. Ed anche noi ti abbiamo votato, chi prima, chi al ballottaggio. Ma non si può attendere in eterno. Innanzitutto, che fine ha fatto la Commissione di Accesso? Ma abbiamo il diritto di sapere, dopo oltre 10 mesi di indagine? Hai sentito il bisogno di chiedere al Prefetto le sorti vostre e della Città, dopo una bufera giudiziaria senza precedenti? In questi casi non è ammissibile l’ignavia.
I rifiuti. Certo non viviamo l’emergenza di inizio anno. Merito tuo, dell’assessore o di Berlusconi, non sappiamo. Ma la Città è ancora sporca, la periferia è ancora invasa dai rifiuti, lo stesso asfalto ancora puzza di immondizia. E la raccolta differenziata seria, completa, agibile non c’è. Siamo, ormai, l’unico paese del territorio a non averla. Perché?
Il servizio idrico integrato. Lo abbiamo aspramente criticato nella precedente Amministrazione Conte. Più noi che tu, ma comunque, vuoi sanare questa illegittimità che la stessa Camera di Commercio (Ente di controllo) sottolinea? O la necessità di soldi impone il silenzio su bollette illegittime, depuratore non funzionante, appalti dubbi e capestro per l’Ente? Il 90% dei cittadini non ha pagato questa gabella iniqua. In attesa del ripristino della legalità del Servizio. Che pensi di fare? Le casse comunali sono al disastro. Vuoi, finalmente, informare i cittadini perché?! Quali le determinazioni per uscire dal disastro? Non basta dire che siamo senza soldi. Tu sei il condottiero e devi indicare la strada!
La trasparenza. Ma è possibile che il silenzio e la “carboneria” regni sugli atti della tua Amministrazione? Non c’è informazione, non c’è comunicazione, non si conoscono gli atti della Giunta. Lo stesso sito web è fermo ancora alle elezioni. Non compare neanche un tuo saluto. Quasi che nulla fosse cambiato e la non informazione ai cittadini regna sovrana. Brutto inizio.
E la burocrazia comunale viaggia per fatti suoi. Forse non si è accorta che c’è un nuovo Sindaco. E’ immobile a perpetuare la sua sovranità di fronte ad una politica timida e confusa.
A breve presenterai gli indirizzi programmatici della tua Amministrazione. Sarà quella la partenza? Ci darai indicazioni chiare e nette? Illustrerai la progettualità per uscire dalla palude? Il “colpo di reni”, sebbene tardivo, è auspicabile. Non si può attendere oltre. La politica della Maggioranza non può essere intrisa solo di lotte intestine, equilibri tra gruppi, incomprensibili incertezze. Anche se è una maggioranza eterogenea. Già lo sapevamo ed è stato uno dei motivi della nostra non partecipazione. Così pure sappiamo che la Città non ha bisogno di questo, ma di ben altro. Speriamo di non dover ricominciare le storie di ieri.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico