Italia

27 settembre 2003, a Roma la prima Notte Bianca

Notte bianca di RomaAccadde Oggi. Forse dovremmo rimpiangerle, forse averne solo il ricordo, ma le “notti bianche” italiane potrebbero sparire una dopo l’altra a causa della grave inflazione che ci colpisce e che ha fatto sì che il Comune di Roma, tra gli antesignani della “notte”, già abbia dato forfait per l’edizione 2008.

L’iniziativa parte da Berlino nel 1997, segue a ruota con una sua edizione “particolare” Parigi nel 2002, quindi il 22 settembre del 2003 ci prova Roma. Fatti similari comunque già si verificavano in Italia, visto che nel lontanissimo 1833 a Lanciano, in Abruzzo, si svolse una notte bianca che ancora oggi si ripete il 13 e 14 settembre, con un primato di ben 150 anni. Ancora in Puglia è ormai famosa la “notte della Taranta” che nasce nel 1998. La simpatia dell’iniziativa fece sì che molte città italiane si adeguassero ed ecco la notte bianca di Napoli, Reggio Calabria, Sanremo, Genova, Milano, Catanzaro con la “notte piccante”, e la “notte rosa” della Riviera Romagnola. Anche nel casertano, ad Aversa, si tentò con alcune date non certo fortunate di lanciare l’iniziativa, che dopo un primo flop per maltempo ed un secondo per organizzazione stentata, ha avuto un momento di meditazione. L’edizione della “Notte Bianca 2008” di Roma non ci sarà, almeno quella organizzata dall’amministrazione comunale guidata da Gianni Alemanno. La Giunta ha infatti preferito trasferire le scarse risorse su altre voci di bilancio (politiche sociali e trasporti). C’è stata però la “ribellione” dei sindaci degli otto municipi di cui è composta Roma, le circoscrizioni, che hanno comunque deciso di dare vita alla “notte” che sarà “di quartiere”. Nel frattempo, alcune capitali europee, Bruxelles, Madrid, Parigi, Riga, si sono associate per dare vita alle “Notti Bianche d’Europa”, realizzando delle progettualità comuni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico