Caserta

Decreto Brunetta, protesta dei dipendenti pubblici

Renato BrunettaCASERTA. Lunedì mattina, dalle ore 10 alle ore 12, i lavoratori che appartengono al comparto dei ministeri hanno partecipato alla prima assemblea, prevista dal programma di iniziative, per tutti i dipendenti pubblici, indette daCgil Fp, Cisl Fps, Uil Pa, Uil Fpl, dinanzi alla Prefettura di Caserta.

Nel corso dell assemblea sono state ribadite tutte le problematiche relative al decreto Brunetta. Infine, è stato consegnato, dai rappresentanti sindacali presenti in piazza, un documento congiunto al Prefetto di Caserta, che si è impegnato a consegnare l’atto con la giusta e opportuna tempistica.

“Ottima l’affluenza dei lavoratori, – ha commentato Rino Brignola, segretario generale Cisl Fp Caserta – una bella partecipazione e nonostante il gran numero di persone in piazza, il tutto si è svolto in maniera corretta e serena. Nel corso dell’assemblea sono state evidenziate, ancora una volta, tutte le tematiche che coinvolgeranno i lavoratori dopo l’applicazione del decreto Brunetta. Vogliamo ricordare che dal 1 gennaio 2009 verranno decurtate molte buste paga, generalizzando il problema e denotando grande leggerezza d’azione. I lavoratori, dunque, verranno puniti indiscriminatamente e questo ci sembra davvero intollerabile. Cgil, Cisl e Uil, i sindacati tutti sono disponibili ad un confronto con il Governo a patto che il Governo stesso ammetta che le colpe, le responsabilità del cattivo funzionamento della Pubblica Amministrazione, vanno ricercate nei rapporti tra dirigenza e politica, una relazione che si è usata delle esternalizzazioni, delle consulenze, degli sprechi senza aver cura di utilizzare il dipendente come caprio espiatorio. La Cisl Fp in primis è pronta a sedersi ad un tavolo di confronto serio, dove le parti non temano di prendersi le proprie responsabilità senza giocare a scaricabarile sulla pelle dei lavoratori”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico