Italia

Fini: tuffo in acque proibite

Gianfranco Fini (corriere della sera)ROMA. Il presidente della Camera Gianfranco Fini è stato immortalato mentre si apprestava ad indossare muta e bombole per immergersi in una zona protetta davanti alla costa dei Grottoni, nell’isola di Giannutri.

A denunciare il gesto del presidente Fini l’associazione Legambiente che ha fotografato la terza carica dello Stato, accompagnato da un’imbarcazione dei vigili del fuoco, intenta ad immergersi in un’area a protezione integrale, in cui vige il divieto di svolgere qualsiasi tipo di attività che non sia di carattere scientifico. Umberto Mazzantini, portavoce di Legambiente Arcipelago Toscano, raggiunto al telefono ha dichiarato: “La segnalazione è stata mandata da un gruppo di nostri soci che hanno visto l’imbarcazione in una zona vietata, dove l’accesso è consentito solo per fini scientifici e dietro precisa autorizzazione. Si tratta di una zona particolarmente bella, con una costa a picco, il mare incontaminato e fondali meravigliosi. Ma anche particolarmente delicata – continua Mazzantini – ospita rare specie di uccelli. Va protetta per salvaguardarne l’ecosistema”. Legambiente si è anche preoccupata di inviare una lettera alla direzione del parco nazionale per sapere “se l’imbarcazione e i subacquei presenti in quel tratto iperprotetto di mare avessero il necessario nulla-osta del parco e per quali attività di tipo scientifico e in base a quale progetto di ricerca approvato in precedenza dall’ente parco. E, in caso contrario, quali eventuali iniziative siano state prese dal parco per sanzionare l’imbarcazione e i sub nel caso non fossero autorizzati al transito, allo stazionamento e all’immersione in zona 1 a Giannutri “. Il presidente Fini, esperto sub, sembra essere recidivo dal momento che all’Argentario era stato al centro di diverse polemiche per aver utilizzato i sommozzatori dei vigili del fuoco come scorta per le sue immersioni.

Gianfranco Fini (corriere della sera)Gianfranco Fini (corriere della sera)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico