Caserta

Stellato: “I nostri sportivi abbiano strutture e impianti adatti”

Peppe Stellato CASERTA. “Credo che tutti noi in questi giorni stiamo seguendo con entusiasmo i giochi olimpici, ed il successo dei nostri atleti non può che riempirci di orgoglio”.

Così commenta l’onorevole Peppe Stellato la notizia del successo del pugile di Marcianise Clemente Russo, in corsa per l’oro alle Olimpiadi. “Noi politici, rappresentanti della gente sul territorio, non dobbiamo e non possiamo mai disgiungere gli eventi di carattere pubblico dal loro significato intrinseco, anche a livello strutturale, sociale e politico – ha osservato il Consigliere – ecco perché la notizia dei successi dei ragazzi campani, Picardi ancora nella Box e Sarmiento nel Taekwondo, entrambi napoletani di Casoria, e ancor di più quella delle vittorie di Clemente Russo casertano di Marcianise, non solo ci fanno esultare ma ci fanno riflettere. Lo stesso Russo ha dichiarato nel corso di una intervista di quanto sia difficile vivere lo sport nelle nostre zone e di quanto sia fondamentale poterlo fare con le giuste condizioni. Riflettere dunque su cosa e come migliorare le condizioni, le strutture, le possibilità dello sport sul nostro territorio regionale e provinciale. L’impiantistica sportiva non è dunque argomento di poco conto di cui trattare, i nostri ragazzi, i nostri atleti necessitano di spazi appropriati, luoghi idonei dove poter esprimere le proprie potenzialità affinché lo sport sia per i giovani attrattore e deterrente di molti mali. Proprio in luglio – spiega ancora Stellato – in Consiglio Regionale abbiamo esaminato un disegno di legge unificativo per la realizzazione di opere pubbliche ed impianti sportivi in quelle aree territoriali maggiormente affrante da carenze strutturali e la provincia di Caserta è particolarmente afflitta da tale carenza. La decisione sui termini della Finanziaria che ci ha consentito una proroga di 360 giorni, per le annualità 200/2006 per l’utilizzazione dei finanziamenti della misura 51 e 42. Si tratta di un articolo unico di legge per il quale il Consiglio ha anche decretato l’urgenza. La norma sembra di poco spessore, ma in realtà consente il recupero di finanziamenti relativi ad annualità per le quali le richieste di contributo non avevano avuto concreto seguito. Com’è noto, per le amministrazioni comunali la legge 51 e la legge 42 sono di notevole significato per la realizzazione degli interventi di opere importanti e necessarie sul territorio. Con tale disegno di legge dunque si è inteso dare respiro ai territori consentendo il recupero di iniziative e di contributi che altrimenti non sarebbero stati fruibili dalle comunità”.

Il progetto di legge è stato redatto in II° Commissione, in particolare con l’impegno del Consigliere Oliviero, ed in IV Commissione è stato seguito dalla presidenza dell’Onorevole Sommese e del Vicepresidente Stellato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico