Napoli Prov.

Castellammare: “Una piazza ad Antonio Gava”

Antonio GavaCASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli). Mentre la città piange il suo figlio illustre Antonio Gava, nasce spontaneamente, tra i vicoli del San Marco e del centro storico, un comitato di cittadini pronti a chiedere all’Amministrazione Comunale di intitolare una piazza o una strada importante della città al compianto onorevole ed ex ministro.

“Conoscevo l’onorevole Antonio Gava – spiega Rosetta Esposito, residente al San Marco – perché il mio defunto marito era stato un profugo dell’Istria, proprio come Silvio Gava, il padre di Antonio. Ricordo – continua – che avevano creato una associazione di profughi, di cui mio marito era presidente, e a cui partecipava spesso anche Antonio Gava. Era un uomo semplicissimo che ha fatto tanto per la città di Castellammare di Stabia. Siamo pronti – conclude – ad organizzarci in una petizione affinché l’onorevole Gava riceva il giusto riconoscimento dalla sua città, attraverso l’intestazione di una piazza o strada”. Dello stesso avviso Luigi, pensionato delle Poste Italiane. “Era uno di quei politici che non ci sono più – spiega – sempre disponibile ed affabile. Sono tutte fantasie, create dalla propaganda politica avversa, le storie sull’anello e sulla sua aria da superiore. Era, invece, una persona umile che amava l’umiltà del popolo stabiese. Una strada o una piazza è il minimo che possa fare la città di Castellammare per rendere grazie al suo onorevole Gava”. Già pronto a sottoscrivere la petizione Elio Pennella. “A quei tempi – ricorda – Castellammare, grazie ai Gava, era la regina di tutta la Campania. Probabilmente non torneranno mai più quel periodo. Ed è giusto che la città lo ricordi con un segno visibile, quale può essere una strada o una piazza dedicata in suo onore”. Soddisfatto della nascita spontanea del comitato popolare Antonio Sicignano, vicepresidente regionale dei Circoli della Libertà della Campania e presidente del circolo stabiese, tra i primi a suggerire l’ipotesi di intitolare una piazza o una strada importante della città a Gava. “Una soluzione adeguata – propone Sicignano – potrebbe essere quella di cambiare il nome a Piazza Matteotti, e mutuarla in Piazza Antonio Gava”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico