Aversa

Termina 1-1 l’amichevole Napoli-Aversa Normanna

Pasquale Ottobre, l'autore della rete della NormannaNAPOLI. E’ finita in parità, col risultato di 1-1, l’amichevole disputata oggi pomeriggio al San Paolo tra il Napoli e l’Aversa Normanna.

Davanti a 10mila spettatori (ricordiamo che l’ingresso era gratuito) gli azzurri sono andati per primi in vantaggio, dopo soli quattro minuti dal fischio d’inizio, con Marcelo Zalayeta, su rigore procurato da Pià. Ma gli aversani, dopo otto minuti, hanno recuperato con una rete di Ottobre, che ha finalizzato alla grande un calcio di punizione dalla destra. Contestato e fischiato, per tutta la gara, Maurizio Domizzi, il difensore che ha più volte manifestato la volontà di lasciare Napoli.

Questa la cronaca. Il Napoli di Reja scende in campo con un 3-5-2 con Gianello tra i pali; Grava, Domizzi e Savini in difesa; Montervino, Pazienza, Amodio, Dalla Bona, Lacrimini a centrocampo; Pià e Zalayeta in attacco. L’Aversa Normanna allenata da Crisci risponde con un 4-4-2 costituito da Criscuolo in porta; Crisci, Migliozzi, Porzio, Maraucci sulla linea difensiva; Girolamo, Zolfo, Ottobre, Sibilli a centrocampo; la coppia Palumbo-Ingenito in avanti. Gli aversani battono il calcio d’inizio. Passano solo tre minuti e l’arbitro decreta un rigore per gli azzurri dopo una spinta ricevuta da Pià in area. Dal dischetto batte Zalayeta che spiazza Criscuolo. Il Napoli sfiora il raddoppio al 7’ con una traversa di Dalla Bona. La reazione della Normanna arriva al 12’ con la conclusione vincente di Ottobre. E’ 1-1. Al 14’ Criscuolo salva in angolo un tiro all’incrocio di Lacrimini. Gli azzurri ci provano in più occasioni, prima con una conclusione di Pazienza su calcio d’angolo, di poco a lato, e poi con Dalla Bona, il cui gran destro si stampa stavolta sul palo. Alla mezzora arriva un colpo di testa di Palumbo, ma Gianello respinge. Gli aversani offrono un’ottima prova e spesso mettono in difficoltà la retroguardia dei padroni di casa, i quali di certo si ritrovano davanti un avversario di tutto rispetto e non un semplice “sparring partner”. Nel finale di primo tempo il Napoli sfiora due volte il bis con Zalayeta.

Nella ripresa tra gli azzurri entrano Navarro e Maldonado per Gianello e Amodio, Domizzi avanza a centrocampo. Il gran caldo non aiuta le due formazioni, non a caso il primo “brivido” si avverte solo al 21’ con un tiro di Pazienza calciato in area che va fuori di poco. Reja fa uscire Zalayeta per Grieco e Lacrimini per Rinaudo. Proprio Grieco, al 32’, colpisce la barriera su punizione. La difesa normanna tiene e nemmeno il colpo di testa insidioso di Pià, nei minuti finali, su spunto di Montervino, riesce violare la porta di Criscuolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico