Villa Literno

Gli “Sos” in gara per fare da supporto a Pino Daniele

Sos (foto di Carmine Luino)VILLA LITERNO. Potrebbe essere il crocevia della carriera per un gruppo di ragazzi campani. Sabato sera, all’arenile di Bagnoli, ore 22, tre gruppi si sfidano a colpi di musica per aprire il concerto-evento di Pino Daniele, in programma martedì sera in piazza Plebiscito.

“Sos”, “Gnut” e “Pennelli di Vermeer” le tre band rimaste in gara delle oltre cento che si sono proposte. Sonorità napoletane per tutti, ma gli Sos hanno anche cuore casertano, grazie a Giovanni Chiarolanza, trombettista del gruppo, partito dal gruppo bandistico “San Tammaro” di Villa Literno (Caserta) ed arrivato a misurarsi con i mostri sacri. Oltre a Giovanni, gli “Sos” sono: Gino D’Alessandro (voce), Gaetano Aiello (batteria), Biagio Felaco (chitarre), Paolo D’Alessandro (sax) e Armando Mattiello (basso). La band, di base a Pomigliano d’Arco (Napoli), trae la propria ispirazione dal movimento artistico culturale del “neapolitan power” (che, oltre a Pino Daniele, ha rappresentanti del calibro di Enzo Avitabile, James Senese e Napoli Centrale) fondendolo con le sonorità storiche del panorama musicale partenopeo (E Zezi, Almamegretta, Bisca 99 Posse, Maurizio Capone). Il loro primo album, Cammenann’, dà l’idea delle potenzialità artistiche dei 6 ragazzi. Ed ora, a Bagnoli, potrebbe arrivare la consacrazione. Per questo, Giovanni Chiarolanza, abitualmente schivo e riservato, mai propenso a farsi pubblicità, per una volta abbandona la sua timidezza e fa appello a tutti i suoi concittadini: “Sabato sera abbiamo bisogno del sostegno dei nostri fan, e so che sono in molti ad apprezzare la nostra musica, spero perciò che da Caserta, e soprattutto da Villa Literno, arriveranno in tanti a fare il tifo per gli Sos”. Comunque vada, c’è la possibilità di ascoltare dell’ottima musica, e l’ingresso è gratuito.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico