San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Martire: “La Guardia Medica non chiuderà”

Saverio MartireSAN NICOLA LA STRADA (Caserta). “Il presidio di Guardia Medica a San Nicola La Strada non chiuderà”. E’ quanto ha affermato l’assessore alla Sanità, nonché vicesindaco Saverio Martire.

La voragine della Sanità in Campania, il cui debito è senza fondo, avrebbe fatto chiudere il presidio sanitario a San Nicola. La notizia è stata tenuta all’oscuro della stampa e della cittadinanza “… perché sono abituato a lavorare in silenzio ed a fare i fatti”, ha precisato l’assessore alla Sanità. Due mesi orsono, l’Asl aveva informato la proprietaria dello stabile in Corso Alcide De Gasperi che non aveva più alcuna intenzione di prorogare il contratto di locazione. Di fronte alla prospettata chiusura, il dottore Saverio Martire ha iniziato una serie di colloqui con il direttore generale ed i dirigenti dell’AsL, il cui obiettivo è il contenimento della spesa sanitaria, per questo motivo sono costretti a chiudere ospedali locali e servizi di guardia medica. D’accordo con il sindaco Angelo Antonio Pascariello, è stata finalmente trovata un’intesa. La struttura che ospita l’Accademia Musicale e le cosiddette “Domeniche della Salute”, sarà messa a completa disposizione dell’Asl, così come il comune si sobbarcherà anche le spese telefoniche, di energia elettrica, di acqua e gas, oltre che al canone mensile. Di contro l’Asl non chiuderà la Guardia medica ed i medici – già pronti a manifestazioni di protesta – non si sposteranno da San Nicola La Strada. Un successo senza precedenti da parte dell’assessore Martire, del sindaco Pascariello e di tutta la maggioranza. Già l’anno scorso, il direttore generale Bottino voleva chiudere la Guardia medica perché l’obiettivo primario è e resta la riduzione delle spese. Sulla vicenda della guardia medica ci fu una vera e propria levata di scudi bipartisan, dove non era importante il colore politico quanto l’importanza della posta in gioco. L’anno scorso la chiusura fu scongiurata perché il dottore Bottino ritenne che le legittime preoccupazioni dei vertici istituzionali avevano validi fondamenti, ragione per cui ha decise di sospendere il provvedimento di chiusura della guardia medica. Ora, grazie all’impegno ed alla perseveranza dell’assessore Martire si è evitata la chiusura del presidio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico