Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Scoperto il presunto bunker del latitante Panaro

poliziaSAN CIPRIANO. Durante una perquisizione in una villa situata in via Vivaldi, a San Cipriano di Aversa, è stato scoperto un bunker che, secondo le forze dell’ordine, sarebbe stato utilizzato dal latitante dei casalesi Nicola Panaro.

Il 40enne è considerato, dopo Alessandro Cirillo, detto “O Sergente”, uno dei latitanti più pericolosi del braccio operativo del clan. Il nascondiglio era interrato in un sottoscala. Nel bunker sotto sequestro sono in corso rilievi di specialisti per scoprire tracce ed elementi utili alla cattura di latitanti. Gli investigatori non escludono che Panaro, assieme a Cirillo e Giuseppe Setola, stia riorganizzando la fazione del clan capeggiata dal boss Francesco Bidognetti, detto “Cicciotto ‘e mezzanotte”, dopo i pentimenti del cugino Domenico, alias “Bruttaccione” e dell’ex compagna Anna Carrino.

Lo scorso 4 luglio,i carabinieri del comando provinciale di Caserta, agli ordini del colonnello Carmelo Burgio, scoprirono, in un’abitazione di Casal di Principe, il bunker che si presume sia stato utilizzato per favorire la latitanza di Raffaele Diana, alias “Rafilotto”, 55enne di San Cipriano di Aversa e ritenuto elemento di vertice del clan dei casalesi. leggi l’articolo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico