Italia

Cremona, operai salvati dal titolare della ditta

Vigili del FuocoCREMONA. E’ stata evitata un ennesima tragedia sul lavoro e questa volta grazie all’allarme dato dal datore di lavoro.

ACataletto Vaprio, una piccola cittadina in provincia di Cremona, tre operai, Emilio Ferrari, Bakir Hassaine e Gianfranco Gobbi, sono rimasti intrappolati, privi di sensi, in una vasca dell’acquedotto. Tempestivo è stato l’allarme lanciato dal titolare della ditta presso cui i tre dipendenti prestavano servizio che, dopo avere chiamato inutilmente, intorno alle 19, gli operai al cellulare, temendo il peggio, ha fatto scattare i soccorsi. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Crema e di Lodi e alcuni tecnici della Asl, i quali immediatamente hanno constatato che ad aver stordito gli operai sono state le esalazioni sprigionate da alcune sostanze (resine, solventi e vernici) utilizzate per impermeabilizzare la vasca. Per i soccorritori si è trattata di una vera e propria lotta contro il tempo dato che si temeva che i treuomini potessero morire per asfissia. Emilio Ferrari, di 40 anni, è stato trasportato al Centro iperbarico di Zingonia mentre il tunisino Bakir Hassaine, di 20 anni, e Gianfranco Gobbi sono ricoverati all’ospedale Maggiore di Crema. Per le squadre dei vigili del fuoco e per gli altri soccorritori non è stato necessario il ricovero in ospedale nonostante siano rimasti lievemente intossicati.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

'Ndrangheta, 18 fermi nel Reggino: c'è anche un sindaco - https://t.co/2TlwnhLOEI

Rapina in villa a Lanciano, il medico aggredito: "Pensavo che ci ammazzassero" - https://t.co/Qy0cnTDF2W

Di Maio: "Jobs Act? Una riforma folle che umilia le persone" - https://t.co/Gj4GLhMeph

Migranti e sicurezza, Salvini: "No asilo a richiedenti pericolosi o condannati" - https://t.co/tYzWooVHvU

Condividi con un amico