Campania

Castel Morrone, lotta alle microdiscariche abusive

 CASTEL MORRONE (Caserta). Lotta alle microdiscariche abusive, è quella che negli ultimi giorni stanno portando avanti congiuntamente il locale Comando dei Carabinieri di Castel Morrone e l’Ente di Piazza Bronzetti sull’intero territorio comunale.

Infatti, come ci viene confermato dal Comune di Castel Morrone gli uomini della locale caserma dei Carabinieri, comandati dal Comandante di Stazione maresciallo Fiorentino Corbo e dal vicecomandante maresciallo Margiotta, hanno setacciato il territorio morronese e posto sotto sequestro alcuni siti che erano adibiti a microdiscariche abusive, siti alcuni di questi posizionati, fra l’altro, nelle vicinanze di alcuni percorsi naturalistici. Fonti ben informate fanno sapere che i militi dell’arma, nel procedere al sequestro dei siti individuati, stanno altresì aprendo dei procedimenti a carico di eventuali contraffattori, fautori e fruitori dei siti in oggetto. Viva soddisfazione per l’operato del locale Comando dei Carabinieri è stato espresso dal primo cittadino morronese Pietro Riello che intervenendo sull’argomento ha dichiarato: “Esprimo il mio ringraziamento al locale comando dei Carabinieri guidato dal maresciallo Corbo e dal vicecomandante Margiotta per i risultati fin qui ottenuti, lotta alle microdiscariche abusive, controllo del territorio e sensibilizzazione all’uso del casco multando i motociclisti indisciplinati, risultati ottenuti grazie anche ad una mirata sinergia tra l’Ente Municipale e l’Arma dei Carabinieri”. E, continuando, il sindaco Riello aggiunge: “Mi rammarico, invece, per l’operato del locale Comando di Polizia Municipale, che nonostante i richiami sia verbali che scritti è completamente assente, ma non escludo la possibilità di iniziare nei prossimi giorni dei procedimenti disciplinari in merito alla situazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico