Italia

Berlusconi da Napolitano: Alitalia e rifiuti “problemi urgenti”

Silvio BerlusconiROMA. Circa un’ora, trascorsa parlando dei problemi urgenti del Paese, tra cui Alitalia e l’emergenza rifiuti in Campania. E’ la sintesi dell’incontro tenutosi al Quirinale tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier in pectore Silvio Berlusconi.

I due si rivedranno nei prossimi giorni, quando il Cavaliere presenterà l’elenco del nuovo Consiglio dei ministri. Al Capo dello Stato, Berlusconi ha indicato i primi nomi, tra i quali figurano Tremonti (Economia), Frattini (Esteri), Maroni (Interni o altro), La Russa (Difesa), Vito (Giustizia). Della squadra di governo dovrebbero far parte quattro donne, come indicato in campagna elettorale. Da risolvere la questione del vicepremier, incarico che dovrebbe essere ricoperto da Gianni Letta (già sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo Berlusconi 2001-2006) e da Roberto Maroni. Sembra, però, che Letta poco gradisca di avere al suo fianco il leghista. Quindi, due sarebbero le soluzioni: o nessun vicepremier (con Letta che tornerebbe a fare il sottosegretario alla presidenza, al posto di Paolo Bonaiuti, che diventerebbe ministro dei Beni culturali) oppure soltanto Letta. Secondo le indiscrezioni trapelate, il presidente Napolitano avrebbe rigettato la proposta di Berlusconi di “spacchettare” alcuni ministeri con portafoglio, superando la soglia dei 12 previsti. Al massimo, per il capo dello Stato, si può agire su quelli senza portafoglio. Intanto, sono ormai poche le possibilità per il governatore della Lombardia, Roberto Formigoni, di trovare un posto nel nuovo governo. I posti di maggior prestigio sono occupati e poi Berlusconi non vuole andare al voto anticipato in Lombardia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico