Caserta

Missione in Libano, la Garibaldi salutata dalle autorità

Corona d'Allora ai Caduti in IraqCASERTA. “Voglio plaudire il Presidente della Provincia di Caserta che, unitamente alla Giunta ed ai consiglieri, ha voluto concederci l’altissimo onore di donarci il simbolo della nostra gente, la Bandiera di questa bellissima provincia di Terra di Lavoro”.

È, questo uno dei passaggi più significativi dell’allocuzione che il generale Vincenzo Iannuccelli, comandante della Brigata “Garibaldi”, ha rivolto mercoledì mattina al folto gruppo di rappresentanti istituzionali che hanno voluto essere presenti per salutare la partenza del contingente in procinto di partire per la missione di pace in Libano “Leonte 4”. “Il suo gesto – ha proseguito Iannuccelli – ci fa sentire vicino lo Stato, le sue istituzioni, il popolo italiano ed i cittadini della nostra terra. Sarà il simbolo della vicinanza del nostro popolo, delle nostre famiglie. Ci accompagnerà nei momenti più importanti e significativi delle nostre giornate e delle nostre attività e saremo orgogliosi di mostrarla a tutte le autorità, nazionali ed internazionali che verranno a visitarci”.

da sin. Petteruti, Gibellino, Monaco, De Franciscis, IannuccelliAl termine, il Presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, è sceso nel piazzale della Caserma “Ferrari Orsi” e, alla presenza dei reggimenti che costituiranno “l’Italian Joint Task Force Lebanon” per i prossimi sette mesi, ha offerto al generale Iannuccelli la Bandiera della provincia di Caserta. Un gesto non formale salutato da uno scrosciante applauso dal numeroso pubblico presente. “Opereremo, come sempre, – ha sottolineato il generale – per la pace e per contribuire ad accrescere il prestigio e l’immagine del nostro Paese nel Mondo. Saremo portatori di Pace ed ordine, ma anche di sorrisi e tranquillità per i bambini, le donne, gli anziani e tutti coloro che saranno posti sotto la nostra protezione secondi i principi delle Nazioni Unite”. Dunque, da oggi iniziano a partire i primi scaglioni di militari che si concluderanno entro la prima decade del mese di maggio. Il rientro in Patria è previsto per il prossimo novembre.

Iannuccelli con i suoi colonnelli“Vi aspetteremo – ha affermato il sindaco di Caserta, Nicodemo Petteruti – come il 7 dicembre dell’anno scorso quando siete rientrati dall’Iraq”. Un augurio ed un auspicio è stato espresso anche dal Prefetto di Caserta, Ezio Monaco, che si è detto “orgoglioso di tutti voi, vorrei scendere ed abbracciarci uno alla volta”. Il Generale comandante del II° Fod, Carlo Gibellino, ha avuto parole entusiastiche per i 2.000 uomini e donne (queste ultime sono 100 unità) che faranno parte dell’Italian Joint Task Force Lebanon, ma anche posto l’accento sul pericolo derivante soprattutto da distrazione mentre si è alla guida di automezzi militari, “ma sono cosciente della vostra preparazione ed alta professionalità”.

Alla cerimonia erano presenti anche papà Paolo e mamma e mamma Teresa, genitori del Caporal Maggiore Vincenzo Cardella che, in forza al 2° Reggimento Alpino di Cuneo, perse la vita nel 2006 in Afghanistan mentre era intento a portare la Pace in terra afgana.

I reparti della Garibaldi che partono sono: 8° Bersaglieri guidato dal colonnello Stefano Del Col; il 21° Genio Guastatori agli ordini colonnello Massimo Margotti; il 19° Reggimento Guide del colonnello Emanuele Servi; il Recosutat con il tenente colonnello Francesco Barbella.

parterre di autorità

Iannuccelli premia sindaco Petteruti

Il cavalier Nunzio De Pinto con il generale Iannuccelli

Bersagliere della Garibaldi vicino ad un mezzo Onu

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico