Aversa

Storie di pupiana memoria

Domenico CiaramellaAVERSA. Permetteteci un po’ di sano orgoglio. Nessuno lo ha detto. Nessuno l’ha evidenziato. Nessuno ha avuto l’onestà intellettuale di nominarci.

Ma Pupia è stata il convitato di pietra nella seduta del consiglio comunale dell’altra sera. Ha tentato di denigrarci il consigliere del Gruppo della Libertà Oliva quando ha dato la sua slappata al vescovo Mario Milano, parlando di noi come di un sito equivoco e volgare. Lo ha fatto, in un’altra circostanza, quando ha presentato la sua giunta, lo stesso sindaco Mimmo Ciaramella che ha dichiarato: “C’è quel sito al quale non so nemmeno collegarmi. Solo che ogni tanto qualcuno mi stampa qualche intervento. Tutte fesserie….”. Nessuno ha avuto il coraggio di nominarlo “quel sito”, questo sito. Ma è certo che tutti lo conoscono e che ci giocano pure loro con gli interventi nel nostro blog. I politici nostrani fanno addirittura monitorare il sito sia per verificare gli articoli che gli interventi dei lettori. Abbiamo (spero che il nostro direttore me lo consenta) contribuito a dare vita ad una realtà che serve alla città. Uno strumento di partecipazione diretta, anche se nascosta dietro ai nickname. Un escamotage che permette di dire la verità a tutti, senza timore. Pupia, infine, per me, che da 27 anni scrivevo sulla carta, ha rappresentato uno strumento nuovo, veloce, più immediato per giungere tra i lettori che, di fatto, possono interagire (con tutti i pro e i contro consequenziali) in un clima più frizzante e moderno.

Nota del Direttore: Caro Nicola, te lo consento eccome, figurati! Piuttosto mi dispiace far notare come il caro sindaco Ciaramellaabbia dimostrato di avere memoria cortanella circostanza..diciamo così…vogliamo essere “buoni”! Lui ha affermato di non sapersi “collegare al sito”? Ma come? In campagna elettorale, quando l”abbiamo incontrato, ci raccontavano che alzava il volume a palla nel suo ufficio per ascoltare e riascoltare la sua intervista on line! Poi, terminate le elezioni, ci ha ringraziato pubblicamente in un video messaggio, definendoci una “grande risorsa per la città”…senza contare la mole di interviste, speciali, manifestazioni e tutto il resto presente su Pupia. Ed ora afferma…”quel sito” (facendo finta di non ricordare il nome…) e parla di”fesserie”?!? Spero si tratti del nervosismo del momento e che si riferisca esclusivamente a qualche commentatore, per iquali, caro sindaco, Le consigliamo di “indagare” poiché ci sono molti “anonimi” della sua cerchia. Quanto a Oliva…beh…non capiamo a cosa possa riferirsi quando parla di “equivoco” e “volgare”…lasciamo perdere! Un saluto a tutti e grazie a quanti credono in noi! (Antonio Taglialatela)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico