Aversa / Politica

Categorie

Aversa a Torino per il XXIII congresso mondiale Uia

di Redazione
24 marzo 2008 (Visualizzato 20429 volte)


XXIII Congresso UiaAVERSA. La Città di Aversa sarà presente dal 29 giugno al 3 luglio a Torino per il XXIII congresso mondiale UIA. In quell’occasione il capoluogo normanno sarà presente con uno stand in esposizione con tutto ciò che ha riguardato il Progetto Urban Italia, che si concluderà a fine anno, e con i prodotti tipici della nostra terra.

Il sindaco Ciaramella interverrà al congresso mondiale come relatore in qualità di Presidente Nazionale delle 43 Città italiane della Rete Urban. “Il congresso mondiale di giugno – ha spiegato Ciaramella – sarà l’anticamera di ciò che dovrà essere organizzato per i POR 2007-2013. Non a caso ho preferito, nella composizione della nuova giunta, di trattenere per me la delega relativa al coordinamento dei POR. Dal 2002 ad oggi – continua la fascia tricolore normanna – Aversa ha maturato un’importante esperienza nell’ambito dei finanziamenti comunitari, grazie ai quali ha realizzato delle importanti opere, materiali ed immateriali, in Città. abbiamo intenzione di continuare lungo questa strada e di mettere a disposizione le competenze acquisite in questi anni per fare bene, così come abbiamo fatto nell’ambito di Urabn Italia, con i POR”. Nello stand riguardante la Città di Aversa ci sarà spazio all’ ‘oro bianco aversano’: la mozzarella: “Porteremo a Torino la mozzarella aversana – incalza Ciaramella – e faremo assaggiare il nostro ‘oro bianco’ a tutti i partecipanti al congresso mondiale, combattendo contro coloro che continuano a diffondere false notizie e creare allarmismi circa i prodotti della nostra terra”. Sempre nell’ambito dei POR questa sarà una settimana cruciale per Aversa. In settimana, infatti, il sindaco Ciaramella ed il suo vice, nonché assessore ai lavori pubblici, saranno a Napoli presso la Regione Campania, per firmare l’accordo di programma che prevede l’erogazione di 30 milioni di Euro. Solo per l’asse sei, quello relativo allo sviluppo urbanistico ed al miglioramento della qualità della vita, alla Città di Aversa sono stati destinati 30 milioni di Euro, ovvero circa 60miliardi delle ‘vecchie’ lire. Continua, quindi, dopo il progetto Urban Italia, una grande operazione per cambiare il volto della città, attraverso fondi comunitari. “Siccome gli stanziamenti per i POR 2007-2013 prevedono sette assi, mi pare normale che la nostra Città possa aspirare all’assegnazione di altri fondi ulteriori ai 30milioni di Euro già destinati”. Negli ultimi tempi, il sindaco Ciaramella, in vista dell’attribuzione dei fondi apriva le porte ai cittadini propositivi, cosa che ribadisce anche oggi: “Non ho la presunzione e l’arroganza di credere di poter cambiare il volto della città da solo: ho bisogno della partecipazione di tutti quei soggetti che, con azioni propositive, possono e devono dare un contributo fattivo alla realizzazione di una serie di programmi fondamentali per il nostro territorio. Aversa è di tutti”. La discussione sui Por non riguarderà solamente le forze politiche. “Coinvolgeremo tutti – sottolinea Ciaramella – l’Università, le associazioni locali, gli ordini professionali e la Curia”. E se è vero che i Por intendono perseguire uno sviluppo a livello regionale e riguardano venti città, con popolazione superiore ai 50mila abitanti, anche i paesi limitrofi alla città normanna potrebbero trarre beneficio dalla programmazione che si intende attuare. “I servizi che la nostra Città avrà andranno a riflettere sui comuni circostanti e si integreranno con i loro, portando benefici a quelle popolazioni. Aversa è, di fatto, capofila di un hinterland che comprende tutti quei piccoli comuni contigui con la nostra città – continua Ciaramella – Anche attraverso i POR, Aversa si propone con funzioni di guida per tutto l’agro, sempre perseguendo una modalità operativa partecipata e collegiale”.

Ultimi Commenti

Ultimi Tweets