Napoli Prov.

Giugliano, donna si dà fuoco a Taverna del Re

No Taverna del ReNAPOLI. Protesta contro la riapertura del sito di ecoballe “Taverna del Re” di Giugliano disposta dal commissario De Gennaro e si dà fuoco davanti al cancello della discarica. Si chiama Lucia De Cicco e, secondo fonti della polizia, non sarebbe in gravi condizioni.

La donna, insieme a Carla Ruggiero, leader dell’associazione “Napoli vive, io la difendo”, si era incatenata al cancello minacciando, con un contenitore di benzina in mano, di darsi fuoco, cosa che poi ha fatto. Solo grazie al pronto intervento degli agenti non si è sfiorata la tragedia. La De Cicco, 46 anni, disabile, è stata ricoverata all’ospedale “La Schiana” di Pozzuoli. Il sito Taverna del Re, già nel novembre scorso oggetto di forti proteste e di cariche da parte della polizia, sarà riaperto per cinque giorni. “Questa decisione è una sconfitta per lo Stato. – commenta la Ruggiero – Lo Stato smentisce se stesso, ancora una volta. Una scelta inaccettabile, uno schiaffo a tutti quei cittadini che per settimane hanno lottato per vedere chiusa la discarica”.

“Aver visto disattesi gli impegni e i risultati conseguiti con grande impegno – dice il sindaco di Giugliano, Francesco Taglialatelaindigna, delude ma esaspera anche la comunità che continua ad essere mortificata da continue aggressioni ambientali. Non siamo convinti che esistano le condizioni per continuare a sversare a Taverna del Re e spero ce lo confermino le autorità sanitarie che abbiamo allertato”.

Sabato mattina, alle ore 10, Asl e Arpac, insieme con i vigili urbani, effettueranno un sopralluogo sulle piazzole delsito di stoccaggio. Lo riferisce una nota del comune di Giugliano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico