Aversa

Crisi, nuova disputa sulle deleghe

Domenico CiaramellaAVERSA. Se dovessi rappresentare con un disegno le trattative in corso all’interno della coalizione di centrodestra, non avrei dubbi: una bella molla che si allunga e si stringe in maniera aritmica.

Quando tutto sembrava essere stato superato. Quando il sindaco si tingeva nuovamente tutto d’azzurro. Quando a farne le spese sembrava essere solo il malcapitato Luciano Luciano che sarebbe stato “degradato” da assessore a consigliere comunale (primo dei non eletti che sarebbe entrato in consiglio al posto di Elia Barbato, nuovo assessore in cerca di visibilità), con un gattopardesco “Ciaramella bis” che avrebbe ricalcato quasi pedissequamente la prima edizione, ecco che, in vista della riunione in programma per queste ore, si intravede all’orizzonte l’ennesima disputa sulle deleghe. L’interpartitico di mercoledì aveva deciso che sarebbero state riassegnate in maniera diversa ai partiti e affidate ad assessori con spiccate professionalità nel relativo settore. Ebbene, Alleanza Nazionale pare non voler mollare la delega ai servizi sociali, vera e propria miniera di voti, come dimostrano le preferenze ricevute dall’assessore alleanzino Dello Vicario. Ma quella delega è appetita anche da Forza Italia. Anzi, pare essere stata uno dei motivi della “nziria” degli azzurri. Insomma, nuova lite in famiglia, anzi in famiglia-allargata, ossia Pdl. Staremo a vedere come finirà.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico