Caserta

Caso Hp, D’Angelo (Ugl) minaccia azione legale

Sergio D'AngeloCASERTA. “Le procedure che hanno portato al licenziamento dei dipendenti Mucherino Francesco e Famoso Alessandro sono quantomeno cervellotiche”.

Queste le prime frasi che il segretario provinciale della Ugl Caserta Sergio D’Angelo ha affidato agli organi di stampa riguardo alla situazione venutasi a creare alla Hp di Marcianise. L’azienda aveva licenziato i due dipendenti in data 12 Dicembre 2007, anche se questo provvedimento non aveva avuto seguito. “E’ quantomeno curioso notare –continua D’Angelo che il dipendente Lucherino in data 13 Dicembre 2007 si era regolarmente recato sul posto di lavoro dove aveva continuato a prestare servizio fino al giorno 08 Gennaio 2008, quando, dopo due ore di servizio, veniva convocato da un responsabile aziendale che gli comunicava l’immediata collocazione in ferie forzate”. Diversa nelle tempistiche ma uguale nei risultati la situazione di Famoso, il quale al termine di un periodo di malattia terminato il 21 Dicembre 2007 veniva anch’egli collocato in ferie forzate fino al giorno 16 Gennaio 2008, giorno in cui entrambi i dipendenti venivano nuovamente licenziati, per mancanza di commesse, a mezzo telegramma. “L’azienda ha ripetutamente temporeggiato nei confronti di questa segreteria che continuava a chiedere un incontro – spiega il sindacalista – dobbiamo pensare che questa decisione sia maturata soltanto perché i due dipendenti risultano iscritti al sindacato. Siamo costretti ad interrompere i rapporti di cortesia, che pure avevamo voluto intrattenere con l’Hp per adire ad azione legale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico