Trentola Ducenta

Ugo Rufino, un trentolese a Madrid

Ugo RufinoTRENTOLA DUCENTA. Il progetto “Spazio Caserta”, che vede esporre a Madrid, in Spagna, i prodotti tipici di Terra di Lavoro, compresi quelli trentolesi, porta la firma di Ugo Rufino.

Originario di Trentola Ducenta, Rufino è addetto culturale dell’Istituto di Cultura Italiana di Madrid, con cui la Provincia di Caserta ha siglato un accordo che ha concesso per tre anni una “vetrina” dei prodotti tipici casertani nel Caffè letterario dello stesso istituto. Per Trentola Ducenta espongono il salumificio Rosotta e le cantine “I Borboni” di Carlo Numeroso. Oggi in paese molti si chiedono: “Come è arrivato un nostro concittadino a lavorare in Spagna?”. A rispondere è lo stesso Ugo Rufino che, contattato, ci spiega il suo percorso professionale: “Sono arrivato a Madrid dopo aver superato il Concorso per l’Area della Promozione culturale del Ministero Affari Esteri. I funzionari di questa carrire ministeriale vengono tutti dal campo dell’insegnamento e la loro carriera è intermedia tra quella diplomatica ed amministrativa. La rete degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo è composta da 93 Istituti distribuiti su tutti i Continenti. Generalmente veniamo assegnati alle differenti aree per competenze e conoscenze dei Paesi, nonché della lingua”. Rufino è stato lettore ministeriale prima in Honduras, poi a Cáceres e Granada in Spagna, con permanenza a Roma presso il Mae per tre anni, dopo il periodo di formazione e di lavoro in diversi settori – dalla cooperazione, all’organizzazione di eventi ed alla collaborazione presso segreterie culturali di Sottosegretari con delega alla Cultura. Poi è stato inviato a Madrid presso il prestigioso IIC sito nel Palazzo de Abrantes del 1654. Qui svolge attività dirigenziali da tre anni (la durata del mandato in una sede è di 5 e tra qualche anno, dunque spiccherà il volo per altri lidi), essendo il responsabile di eventi culturali, rapporti con le Università e gli Enti spagnoli preposti alla cultura, organizzazione dei Corsi di Lingua. “Il nostro Istituto di Cultura – servizi culturali dell’Ambasciata – racconta Rufino – gode di ottima fama qui a Madrid, essendosi formata buona parte dell’intellighentia spagnola presso la nostra sede durante il franchismo. La nostra mission consiste anche nella valorizzazione delle eccellenze territoriali e culturali del nostro Paese, per cui abbiamo instaurato rapporti di collaborazione con diverse realtà ed in questa direzione va la collaborazione con Caserta”. E, a proposito della collaborazione con il territorio casertano, Rufino commenta: “Il presidente della Provincia Sandro De Franciscis è una persona squisita e credo che possa darci una mano anche per la nostra realtà territoriale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico