Trentola Ducenta

Festa dello Sport nella nuova palestra

Festa dello Sport a Trentola DucentaTRENTOLA DUCENTA. Mattinata di sole e tanta gente alla palestra della Scuola Media Statale “San Giovanni Bosco” di Trentola Ducenta.

L’occasione è quella buona, senza fronzoli e grandi apparati per riaprire alla città ed alla scuola la vecchia palestra, rimasta chiusa per qualche decennio ed oggi rimessa in sesto. Con poche parole Nicola Pagano, sindaco della città, fa capire che era una delle cose normali da fare e riconsegna la struttura, anche se ancora in via di ultimazione, nelle mani del vicepreside Angelo Martucci. L’occasione è quella buona anche per mettere insieme varie iniziative: di scena c’è la “Festa dello Sport 2007”, fortemente voluta dall’amministrazione comunale e dalle associazioni unite, inserita nel cartellone delle iniziative per il Natale. Scopri allora che Trentola Ducenta, città di poco più di 15mila abitanti, a dispetto di un’impiantistica tutta da inventare, di campioni ne ha, e di alto livello. Almeno due “perle” vengono dal judo e si chiamano Francesco Faraldo ed Elio Verde, entrambi Campioni d’Italia Assoluti nella stagione 2007, i quali hanno tutte le carte in regola per puntare alle Olimpiadi di Pechino 2008. Si signori, stiamo parlando di Olimpiadi, quelle vere. Francesco Faraldo, 25 anni, è atleta del Gruppo Sportivo il sindaco Pagano premia Francesco FaraldoFiamme Azzurre, in questa stagione ha anche vinto il Torneo Internazionale di Rotterdam per i 66 Kg, già campione d’Italia nel 2006, per ben quattro volte è salito sul podio dei tricolori dal 2001 in poi, azzurro, ha voglia e simpatia. Elio Verde, 20 anni, categoria 60 Kg gareggia per la Polizia nel Gruppo Sportivo Fiamme Oro. Da qualche settimana è tornato dal Giappone dove a Tokio è riuscito a conquistare un secondo posto importantissimo nel gotha del judo, quel Torneo “Jgoro Kano” conosciuto ovunque. Ottimo junior, settimo ai mondiali e quinto agli europei negli anni passati è in piena crescita ed anche lui guarda al futuro con grande attenzione e professionalità. La premiazione continua con Domenico Maiale, che arriva dall’Atletica e che ha conquistato la medaglia di argento ai Campionati Italiani di Staffetta 4×400 nella categoria master 45 a Lecce, quindi finalista con l’Arca Atletica Aversa Agro Aversano ai societari nazionali di Macerata. Si torna quindi al judo che fa la parte del leone, viene premiato Giovanni Alessio, “solo” terzo ai tricolori assoluti nella categoria 81 kg, ma anche lui nel giro della nazionale che andrà alla Coppa Europa. Tra i giovanissimi, riconoscenze anche per Antonio Costanzo, quinto ai tricolori cadetti 73 kg, Davide Faraldo, quinto ai tricolori esordienti 50 kg ed Antonio Mattiello, sempre quinto ai tricolori esordienti 66 kg e campione regionale in carica. Premio speciale per i giovanissimi Antonella e Giuseppe Costanzo, campioncini in erba. Dal calcio arriva il “portierone” Antonio Barbato, irlandese di nascita, oggi tornato in Italia con i genitori, ha giocato nelle verde isola a calcio, rugby e calcio irlandese, oggi è il portiere del Trebor di Teverola, ma ha giocato anche nel Carinaro e nell’Aversa Normanna, ci dicono che siamo di fronte ad una vera speranza. Arrivano anche premi per gli sport non olimpici e quindi Luciano Mottola viene premiato per il suo titolo italiano di Step Aerobico e riceve un applauso da urlo, segno che da queste parti è una vera Elio Verde premiatostar, e la squadra dell’Ariston di Trentola Ducenta, società di Biliardo, recentemente ammessa in serie A, il suo campionato parte il 12 gennaio con gara contro il Frosinone. Ultimo riconoscimento a Gino Mottola, anima del Crazy Fitness, che con Pino Maddaloni prima e dei tecnici dei gruppi sportivi militari oggi, ha coltivato il suo grande sogno di crescere campioni, fino ad oggi ci è riuscito alla perfezione. Il prologo della giornata ha visto una esibizione di salto in alto per giovanissimi a squadra ed a tempo, allestita da Bruno Fabozzi, presidente provinciale della Fidal, e Carmine Gambino, tecnico di gran valore. A vincere ci hanno pensato le due squadre della Scuola Media di San Marcellino, quella femminile (Antonella e Raffaella Laurenza con Kristina Orleska) e quella maschile (Remigio Testa, Antonio Dello Iacono, Mario Villano e Luigi Conte), che ha battuto la Direzione Didattica Rodari di Lusciano (Salvatore Mottola, Crescenzo Cammarosano, Michele De Ponte e Luca Belluomo). Inutile dire che i componenti dell’amministrazione comunale hanno sentito il preciso dovere di esserci: nel parterre il sindaco Pagano, con il vicesindaco Nicola Grassia, gli assessore Saverio Misso, Luigi Fabozzi, Nicola Russo e Nicola Mottola, i consiglieri comunali Saverio Fabozzi, Raffaele Di Lauro, Carlo Russo, Michele Conte. Presente anche il presidente del CSI, Di Caprio. Una bella Festa da ripetere negli anni, e a Pechino potrebbe darsi che…

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico