Campania

Droga, Finanza arresta spacciatore nigeriano

Guardia di FinanzaCASTELVOLTURNO (Caserta). Un altro colpo è stato messo a segno dalla Guardia di Finanza di Mondragone nel settore del contrasto al traffico illecito di sostanze stupefacenti, proprio in concomitanza con le prossime festività, in cui appare allarmante l’aumento della domanda che il mercato rivolge ai venditori di “morte”.

Agli arresti è finito un soggetto nigeriano, di 21 anni, O.V., per il reato di traffico illecito di sostanze stupefacenti. A conclusione di un’intensa attività di appostamento e osservazione condotta in prossimità della via Alfieri a Castel Volturno, i militari della Tenenza di Mondragone notavano un sostenuto andirivieni di tossicodipendenti e, pertanto, la vigile sorveglianza permetteva loro di sorprendere due giovani mentre acquistavano una dose di cocaina da un cittadino extracomunitario. Subito, la sagacia e l’esperienza dei militari consentiva di identificare l’abitazione dello spacciatore come il centro ove veniva abilmente occultata e, quindi, detenuta la droga. Infatti, lo spacciatore, tra un cliente e l’altro, si recava all’interno dell’abitazione per rifornirsi, salvo poi riposizionarsi in prossimità della stessa in attesa di altri acquirenti. I Finanzieri sono intervenuti non appena hanno visto lo scambio della droga e hanno proceduto all’immediata perquisizione domiciliare, al termine della quale, avvalendosi anche delle unità cinofile, hanno rinvenuto 33,1 grammi di cocaina, sapientemente occultati in una aiuola del giardino, nonché 3 grammi di eroina detenuti dallo spacciatore nel proprio giaccone. Le Fiamme Gialle procedevano, pertanto, all’arresto del nigeriano che, dopo le formalità di rito, veniva associato alle prime ore del mattino nel carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Comando Provinciale di Caserta continua a dedicare i suoi sforzi in questo specifico settore, ad esclusiva tutela della salvaguardia dei cittadini e della legalità, al fine di contrastare un fenomeno che, purtroppo, è in costante aumento e che rappresenta ormai una piaga sociale, specie in un’area, come quella del litorale domizio, ormai da tempo divenuta triste punto di riferimento per i tanti giovani dediti alla droga.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico