Caserta

De Franciscis riceve i sindaci dell”agro caleno

Sandro De FranciscisCASERTA. Piena e convinta solidarietà agli amministratori dell’Agro Caleno e il sostegno della Provincia alle iniziative che saranno avviate in ogni sede contro l’insediamento della discarica provinciale a Pignataro Maggiore sono stati espressi dal presidente Sandro De Franciscis, nel corso del vertice con i primi cittadini di quel territorio, ricevuti oggi pomeriggio nella sala Giunta dell’Ente.

All’incontro hanno partecipato l’assessore provinciale all’Ambiente, Maria Carmela Caiola, i sindaci di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, di Camigliano, Enzo Cenname, di Pastorano, Giovanni Diana, di Sparanise, Salvatore Piccolo, di Grazzanise, Enrico Parente, e l’assessore all’Ecologia di Calvi Risorta, Carmelo Bonacci. “Come Provincia – ha detto De Franciscis rivolto agli amministratori – ribadiamo la nostra ferma opposizione a qualunque nuovo insediamento sul territorio di Terra di Lavoro, perché di fronte alla nostra assunzione di responsabilità già dimostrata un anno fa con l’apertura di una discarica nel cuore della conurbazione casertana, il Commissariato di Governo non ha rispettato i patti, non ha garantito il previsto avvio delle bonifiche e di tutte quelle azioni che avrebbero dovuto segnare un’inversione di tendenza in un territorio martoriato dal punto di vista ambientale. Per questo – ha aggiunto il presidente – non condividiamo i metodi con cui si effettuano le scelte e non possiamo più offrire collaborazione, finché non si darà seguito agli impegni già assunti l’anno scorso con la nostra provincia e non sarà riconosciuto il grande senso di responsabilità testimoniato dalla classe dirigente di Terra di Lavoro. Ormai – ha concluso – siamo sempre più di fronte a un sistema che evidenzia le contraddizioni di questi 14 lunghi anni di gestione commissariale”. De Franciscis e gli amministratori hanno infine concordato sulla necessità di un’azione forte dei rappresentanti del territorio casertano in Parlamento e nel Consiglio regionale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico