Sant’Arpino

Ladri con lo spray addormentano anche il cane

CaneSANT’ARPINO. Quattro episodi in una sola settimana: a Sant’Arpino il fenomeno dei furti in casa diventa emergenza. Li chiamano “topi di appartamento” e si tratta di veri e propri professionisti, ladri eccellenti che si introducono nelle abitazioni nel cuore della notte e agiscono indisturbati portando via cospicui bottini.

Via Gianni Rodari, Via Vittorio Veneto, Via Rotondella e Via Gramsci, queste le strade prese di mira negli ultimi giorni. La visita, o meglio la razzìa, avviene solitamente durante le ore notturne e la tecnica usata è sempre la stessa: i fori col trapano negli infissi delle finestre o nelle serrature, l’irruzione fulminea e silenziosa, l’utilizzo di uno spray anestetizzante per addormentare le vittime, l’impadronirsi del primo oggetto di valore che capita e la fuga verso un’altra casa da rapinare. Un atteggiamento prudente e astuto che le forze dell’ordine attribuiscono ad una banda di veri e propri fuori classe che ha a disposizione una mappa precisa e che sa bene come e quando agire. «Non ci siamo accorti di nulla – ha detto una delle ultime vittime, una signora che abita in Via Rodari e che preferisce mantenere l’anonimato – hanno persino addormentato il nostro cane e ci hanno ripulito di una serie di oggetti preziosi». Stesso metodo e stesso orario anche per i banditi che hanno cercato di fare “visita” in alcune case di Via Rotondella, qui addirittura i malviventi hanno cercato di introdursi in un appartamento sito al primo piano, utilizzando le tubature dell’acqua a mò di scala. Esperimento per fortuna fallito a causa della rottura di uno dei tubi. Soldi, televisori, gioielli, questa la refurtiva che i signori della notte riescono a recuperare con estrema facilità. «Sarebbe opportuno – continua la signora – che le forze dell’ordine, carabinieri e polizia, organizzassero servizi di vigilanza notturni, la cosa terribile è che viviamo con il terrore di trovarci sconosciuti in casa e ci sentiamo assolutamente impotenti dinanzi a questa eventualità».

Il Mattino (SARA BONI)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico