Cesa

Minori a rischio, stage presso panifici

 

CESA. 15mila euro per un progetto che riguarderà giovani a rischio tra i 16 e 20 anni e che prevede uno stage formativo pressovari laboratori di panificazione.

L’iniziativa ha avuto un iter piuttosto singolare, come ha spiegato l’assessore con delega alle politiche giovanili, Antimo Dell’Omo. Quest’ultimo ha illustrato tutta la vicendadurante l’ultima seduta del Consiglio comunale. In sostanza, tali finanziamenti, previsti dalla legge 41 del 1987, per i quali dovevano essere stanziati 30mila euro per permettere a otto giovani di svolgere questa esperienza pressoi panifici, sarebbero dovuti arrivare nel 2004. Invece, l’iter burocratico è stato più lungo del previsto e il progetto ha avuto ben tre anni di gestazione prima della conferma positiva, con qualche sorpresa. “Dopo tre anni la regione ci ha concesso 15mila euro per attuare questo progetto”, ha spiegato Dell’Omo. Dunque, la metà della cifra inizialmente prevista. “Questo – ha continuato l’assessore – significa che dovremo rimodulare tutto il progetto, visto che ci ritroviamo a disposizione la metà dell’importo”. Il progetto comunque si farà. Tra i laboratori di panificazione interessati, uno appartiene alla consigliera di opposizione Mirella Frippa. Da qui le precisazioni del capo dell’opposizione Stella Guarino, che durante l’ultima assise ha invitato a “non fare strumentalizzazioni” visto che “il panificio ha superato tutti i controlli della Regione e che la vicenda risale appunto a tre anni fa”.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico