Caserta

Chiude la mostra “Art in the Space”

4.	Uninquadratura della mostra con opere di Russo e TocchettiCASERTA. Ha chiuso i battenti la mostra di pittura “Art in the Space” organizzata dall’Associazione Culturale Nazionale “Campi Stellati” di S. Maria la Fossa (Caserta) e patrocinata da Regione Campania, Eads Astrium di Monaco (Germania), International Astronautical Federation di Parigi,Provincia di Caserta, Comune di Caserta – Assessorato alla Cultura.

La mostra, che dopo il grande successo di critica e di pubblico avuto nelle sale dell’Unesco di Parigi in occasione della celebrazione del 50° anniversario dell’esplorazione spaziale, è stata riproposta presso il Teatro Comunale di Caserta riscuotendo la stessa calorosa accoglienza e una lusinghiera attenzione della critica locale. Cinque gli artisti che hanno esposto, tutti casertani: Domenico Guida, Carmela Infante, Angelo Mirra, Francesco Russo e Giuseppe Tocchetti, che con le loro opere hanno voluto dare un’impronta artistica alle conquiste interplanetarie, contribuendo alla sfida degli spazi aperti e alla ricerca di nuove rotte.

Da sin: Francesco Russo, Giuseppe Tocchetti, Angelo Mirra, Carmela Infante, il Prof. Angelo Calabrese (curatore della Mostra) e Domenico GuidaMolto interessante si è rivelato l’aspetto prettamente didattico che l’Assessore alla Cultura del Comune di Caserta Gianfranco Fierro e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe Casella hanno voluto dare alla manifestazione, in accordo con i principi statutari dell’Associazione “Campi Stellati”; infatti con “Art in the Space incontra la Scuola”, le istituzioni scolastiche del territorio si sono confrontate con l’esposizione affrontando il tema: “Come l’arte rappresenta l’avventura dell’uomo nello spazio”. Tante le scolaresche che hanno partecipato all’iniziativa, grazie anche all’interessamento dei rispettivi dirigenti scolastici: prof.ssa Menditto della Scuola Media “Dante Alighieri”, prof. La Macchia dell’Istituto Comprensivo “Callicini” di San Leucio, la prof.ssa Vairo dell’Istituto Comprensivo “Ruggiero”, prof. Piscitelli della Scuola Media “Leonardo da Vinci” e delle qualificate professoresse accompagnatrici: Mezzacapo, Villano e Catalano della D. Alighieri; Luisi e Martino del Callecini; Ferraiolo, Del Rosso e Iemma del Ruggiero; Ingicco e Pleuzich della L. da Vinci.

La Mostra nella sala espositiva del Teatro Comunale di CasertaGli alunni hanno seguito con molta attenzione la visita guidata dagli stessi artisti espositori, avendo modo di approfondire sia gli aspetti artistici che quelli più squisitamente scientifici, pure perché stimolati dalla possibilità di partecipare al concorso sul tema citato, sia con uno scritto, che con un disegno. Gli elaborati dovranno essere consegnati presso la Segreteria dell’Associazione promotrice entro il 20 p.v. con traduzione in lingua inglese sia dei testi che delle didascalie dei disegni. Per ogni classe partecipante verranno selezionati i tre scritti e i tre disegni più interessanti ed originali che saranno pubblicati in un testo curato dall’Amministrazione Comunale e inviati all’I.A.F. (International Astronautical Federation) di Parigi e all’Eads Astrium di Monaco, patrocinanti della manifestazione. Inoltre gli alunni selezionati parteciperanno alla giornata finale che si terrà in data e luogo da destinarsi, durante la quale, alla presenza delle autorità cittadine e ai membri dell’Associazione Culturale “Campi Stellati” , il Sindaco di Caserta premierà i lavori più significativi.

Da sin: Il dott. Angelo Mirra, lAssessore alla Pubblica Istruzione Giuseppe Casella e il critico darte prof. Angelo Calabrese alla presentazione della mostra.La mostra chiude (momentaneamente) i battenti, ma per gli artisti partecipanti, gli organizzatori e i sostenitori di questo ambito progetto, nonché il gran numero di interessati visitatori, il viaggio attraverso le rotte delle stelle acquista un valore ancora più importante perché incita ognuno a continuare insieme il grande viaggio verso l’ignoto. E, l’avventura dello spazio, mentre genera nostalgia in coloro che l’ affrontano, estende i pensieri e mette le ali a chi, come i nostri giovani, possono e devono affrontare questo viaggio con coraggio, con il giusto spirito di conquista ed il nascosto desiderio di sfruttare al meglio il pieno valore delle risorse umane. “Art in the Space” riprenderà presto il suo cammino e nel suo vagabondare approderà a Roma a novembre, a Benevento in Dicembre e a Napoli all’inizio del nuovo anno.

Articoli correlati

Mostra di pittura al Teatro Comunale

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico