Italia

Spy-Story: La McLaren perde il titolo costruttori

Formula 1PARIGI. Cento milioni di multa e perdita del mondiale costruttori, questa la decisione della FIA ai danni della Vodafone McLaren Mercedes. Così si è chiuso il secondo capitolo della storia di spionaggio industriale che ha coinvolto il mondo della Formula Uno.

Le sanzioni potrebbero anche essere maggiori, resta aperta un’inchiesta per valutare eventuali pene da scontare nel campionato mondiale del 2008, la decisione sarà presa entro dicembre, quando, la Fia valuterà la documentazione tecnica della McLaren Mercedes 2008. I vertici della FIA sono stati obbligati a cercare un compromesso tra l’obbligo di tutelare la Ferrari e l’esigenza di evitare una crisi che avrebbe potuto far crollare l’indotto economico del mondo della Formula Uno. Durante il pomeriggio si era sparsa la voce di una possibile penalizzazione dei piloti, ma il presidente della FIA, Max Mosley ha subito precisato che: “Con Alonso, Hamilton e De La Rosa è stata fatta un’eccezione, non sono stati puniti perchè hanno portato delle prove”. Positiva la reazione della Ferrari che subito dopo l’emissione del verdetto ha pubblicato un comunicato stampa in cui si annuncia la soddisfazione per il verdetto: La Ferrari prende atto della decisione della Fia di sanzionare la Vodafone McLaren Mercedes per la violazione dell’articolo 151c del Codice Sportivo Internazionale. Alla luce delle nuove prove esaminate, sono stati ulteriormente comprovati fatti e comportamenti di eccezionale gravità e seriamente pregiudizievoli dell’interesse dello sport. La Ferrari è soddisfatta che sia emersa la verità su questa vicenda”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico