Carinaro

Dal 14 al 16 settembre la Sagra degli Antichi Saperi e Sapori

Sagra degli Antichi Saperi e SaporiCARINARO. Una tre giorni alla riscoperta della tradizione culturale e gastronomica. E’ la “Sagra degli Antichi Saperi e Sapori” che si terrà dal 14 al 16 settembre nell’area demaniale, adiacente alla villa comunale.

L’ampio spazio sarà attrezzato per ospitare una decina di stand per l’esposizione di antichi attrezzi agricoli e prodotti culinari (minestra maritata, murzelle di baccalà, salsicce e friarielli, pettole e fagioli, pasta e fagioli con le cotiche, scarpariello, scarole stufate, zeppole e tantissimi altri piatti tipici) che potranno essere gustati a prezzi popolari. Inoltre: collegamento con i carinaresi nel mondo, visita nei cortili storici, giochi come la scalata dell’albero della cuccagna, tiro alla fune, corsa nei sacchi, rottura del “cecere”, il “palo di sapone”. E tanta musica. Ecco il programma dettagliato. Venerdì 14 aprirà la serata uno spettacolo dei ragazzi della scuola media statale “Petrarca”, diretta dal professor Andrea Izzo. Sabato 15, visite ad antichi edifici, quali il Palazzo Ducale, il palazzo Sglavo, il palazzo De Angelis, accompagnate dal “Pazzariello” e dal gruppo di musica popolare “Via del Popolo” con “tammuriate” e antichi balli nei cortili; in serata collegamento via internet, su maxischermo, con i carinaresi nel mondo; in chiusura, concerto del gruppo “Damadakà” di Margaret Ianuario. Domenica 16, concerto di musica classica napoletana con i “Napolincanto”. L’evento, patrocinato da Comune di Carinaro, Provincia di Caserta e Regione Campania, è promosso da un comitato presieduto da Mario Sepe (fratello del cardinale Crescenzio, Arcivescovo di Napoli) e formato dall’assessore alla cultura Raffaele Capece, da altri rappresentanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Masi e delle associazioni locali. “Uno sforzo organizzativo non indifferente – commenta Mario Sepe – che solo grazie all’impegno ditutte le associazioni locali siamo riusciti ad organizzare. Sono impegnate nell’organizzazione più di 150 persone, tutte preparate ad accogliere, secondo le previsioni, almeno diecimila persone provenienti da tutta la Campania”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico