Aversa

Criminalità, il Circolo della Libertà in prima linea

La microcriminalità dilaga nell'agro aversanoAVERSA. I numerosi episodi di microcriminalità che si registrano quotidianamente ad Aversa ed in tutto l’Agro aversano hanno seminato il terrore tra i cittadini, tanto che molti evitano di uscire di sera se non è strettamente necessario.

Le forze dell’ordine fanno il possibile dovendo fronteggiare una perenne carenza di uomini e mezzi per un territorio vastissimo qual è quello dell’Agro aversano. A sollecitare una maggiore attenzione da parte di tutte le istituzioni è Plinio Frunzio, presidente del Circolo della Libertà di Aversa, che auspica una più intensa presenza delle forze di polizia ed una maggiore collaborazione da parte dei cittadini. Frunzio, inoltre, mette a disposizione l’organizzazione del Circolo per suggerimenti e per segnalazioni sulla sicurezza dei cittadini.

“Il ripetersi – sbotta Frunzio – di episodi di microcriminalità, avvolte addirittura temerari per spregiudicatezza e spavalderia, rendono impossibile la vita ai cittadini. Per questo motivo abbiamo deciso di convocare una conferenza cui chiederemo di partecipare a tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine per stimolare una maggiore attenzione sul problema dei continui furti e scippi che si verificano quotidianamente. Contestualmente chiediamo ai cittadini una maggiore collaborazione e un maggiore impegno. Bisogna evitare atteggiamenti omertosi pensando che il problema non ci riguardi o ci sfiori, perché, visto che questo è il paese in cui viviamo, potrebbe, malauguratamente, un giorno vederci coinvolti in prima persona. Un maggiore controllo andrebbe effettuato nelle zone circostanti i vari centri commerciali presenti nell’Agro aversano, specialmente dove, come nel caso dell’Iperfamila, esistono insediamenti Rom o di altre comunità straniere”.

Per ogni segnalazione o suggerimento i cittadini possono rivolgersi al Circolo della Libertà, scrivendo all’indirizzo Via Modigliani 77, – 81031 Aversa, oppure inviando un mail a: plinio.frunzio@alice.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico