Italia

Amici via Web per commettere omicidio

CadavereGIAPPONE. Internet si sa oltre ad essere il mezzo di comunicazione più veloce è anche uno strumento per fare nuove conoscenze. Conoscenze però talvolta pericolose, quando tre menti diaboliche possono essere messe in contatto. È accaduto ieri in Giappone, dove tre ragazzi, tutti sulla trentina, si sono conosciuti via Web ed hanno stretto un “orribile patto d’onore”:uccidere una persona a caso.

Le indagini erano partite dopo il ritrovamento del corpo straziato di una donna di 31 anni nella provincia centromeridionale giapponese di Gifu. Il cadavere di Rie Isogai massacrato a colpi di martello era stato trovato venerdì dagli agenti in una zona boscosa. Impiegata comunale, la donna viveva con la madre anziana: risultava essere stata derubata di alcune migliaia di yen (decine di euro), un motivo irrisorio per un omicidio tanto efferato, sui cui motivi la polizia brancolava nel buio. A far luce sull’omicidio è stato uno dei tre assassini Kenji Kawaishi, disoccupato senza fissa dimora. Kawaishi ha spiegato come hanno agito: dopo essersi ritrovati di sera in una zona appartata della periferia di Nagoya, hanno aggredito la prima passante, cheè stata appunto Isogai, ammanettandola e caricandola su un’auto, per poi finirla brutalmente. Ha poi tirato in ballo gli altri due assassini un rivenditore di giornali, Tsukasa Kanda, e un altro disoccupato, Yoshitomo Hori, nella speranza di evitare il processo. Ma così non è stato e per i tre sono scattate prontamente le manette.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico