Caserta

Partirà a metà ottobre il progetto “Terre Altre”

Prov CasertaCASERTA. Partirà a metà ottobre la prima fase del progetto di cooperazione “Terre Altre”. Si è svolta stamane in Provincia la prima riunione operativa dell’iniziativa, sostenuta dagli assessorati provinciali alle Attività Produttive e all’Agricoltura, in partenariato con il Gal Alto Casertano, l’Arci Caserta e la Facoltà di Scienze Matematiche, fisiche e naturali della Sun.

L’iniziativa s’inserisce nel quadro del Programma operativo integrato “POI Campania – Basilicata in Serbia”, che prevede forme di partecipazione italiana al processo di stabilizzazione, ricostruzione e sviluppo di Paesi dell’area balcanica. Al centro dell’incontro la definizione delle procedure per la costituzione dell’Associazione temporanea di scopo (Ats), atto formale per la sottoscrizione della convenzione con la Regione Campania per le attività del programma da svolgere in Serbia. Definiti anche i tempi della prima fase delle attività progettuali, che prenderanno il via con la missione, fissata per la prima metà di ottobre, nella provincia autonoma della Vojvodina, nella Regione Bačka Meridionale della Serbia. Alla riunione hanno partecipato gli assessori provinciali Franco Capobianco e Domenico Dell’Aquila, il professor Augusto Parente della Facoltà di Scienze Matematiche, fisiche e naturali della Sun, Beniamino Rega del Gal Alto Casertano, Biagio Napolano dell’Arci Caserta e Ilaria Lista dell’Arci Serbia. Il tavolo di lavoro, che segue l’incontro con i referenti della Regione Campania, ha stabilito inoltre i ruoli e le funzioni dei diversi soggetti coinvolti nell’azione di cooperazione internazionale. Soddisfazione e gratitudine sono state espresse dagli assessori Capobianco e Dell’Aquila verso i partners del progetto, considerato d’importanza strategica perché avvia forme concrete di cooperazione internazionali su temi dello sviluppo economico e produttivo in aree agricole e rurali d’interesse comune. La Serbia, poiché Paese potenziale candidato all’Ue, è infatti oggetto di grande attenzione da parte delle Istituzioni comunitarie, che ne incoraggiano lo sviluppo e la cooperazione transregionale con gli Stati membri, attraverso strumenti finanziari di sostegno come l’Ipa (Instrument for Pre-accession Assistance) per il periodo 2007-2009.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico