Campania

Ecoballe, interviene il Sindaco Fabozzi: “il vero rischio sono i rifiuti tossici

EcoballeVILLA LITERNO. Le Ecoballe sono solo immondizia imballata, per fortuna non c’è materiale tossico o cancerogeno. Il Comune di Villa Literno interviene nuovamente per chiarire la propria posizione in materia di rifiuti e in particolare per fornire elementi di comprensione e riflessione all’opinione pubblica in merito al “caso-Ecoballe”.

Enrico FabozziA parlare è in prima persona il Sindaco Enrico Fabozzi: “che le ecoballe non siano prodotti ecologici è un fatto risaputo, noi lo diciamo da sempre e non abbiamo mai affermato che siano realizzate con la sola parte secca; del resto come potrebbe essere così possibile visto che in Campania la raccolta differenziata è ai minimi termini e visto che non esistono impianti capaci di trattare l’umido a regola d’arte?” Il sito di Ecoballe rappresenta certo un problema, ma solo per la possibilità che si sprigioni cattivo odore e per il disagio estetico, non per la salute pubblica. In poche parole: non sono certo le ecoballe che fanno venire i tumori. “E infatti-rivela Fabozzi-a pochi metri dal nostro sito, nel territorio di Giugliano, si continuano tranquillamente a stipare ecoballe, le stesse che invece sono state sequestrate nella parte di sito che insiste sul territorioliternese”. I reali pericoli per la nostrasalute, secondo l’amministrazione comunale di Villa Literno,sono invece rappresentati dai materiali tossici stipati nel sottosuolo dalle Ecomafie e dagli incendi dolosi delle discariche abusive che producono diossina ed altri elementi cancerogeni. Dal punto di vista politico amministrativo quindi la scelta del Comune di Villa Literno appare condivisibile: “siamo da un decennio in una situazione di emergenza e in queste condizioni un Sindaco deve scegliere il male minore– spiega Fabozzi- qui non siamo in Svizzera e, se non si fa la raccolta differenziata, i rifiuti solidi urbani che vengono prodotti nelle nsotre città da qualche parte dobbiamo pure metterli”. Comunque Fabozzi rassicura la cittadinanza anche sulla questione Ecoballe: “è un problema che certamente va risolto, pur senza farsi prendere dal panico”.Il Comune di Villa Literno ha proposto una serie di soluzioni nelle sedi istituzionali: i rifiuti che negli anni si sono essiccati al sole possono essere trattati come inerti e utilizzati per colmare le centinaia di cave dismesse del casertano (soluzione auspicata anche da Legambiente) mentre per il resto del materiale si potrà procedere alla cosiddetta “vetrificazione”: un processo che consente la trasformazione in vetro del rifiuto, con l’abbattimento pressoché totale delle sostanze organiche e di quelle tossiche. Il materiale così realizzato potrebbe poi essere utilizzato per manufatti o a sua volta essere smaltito in apposite discariche, con impatto ambientale pressoché nullo. “Una cosa è certa– conclude il Sindaco Fabozzi- quel sito di Ecoballe può diventare una enorme risorsa per il nostro territorio, a patto che l’emergenza venga governata e non affrontata con la scarsa responsabilità che intravedo nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa in questi giorni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico