Aversa

Gli alberi d’alto fusto sono un pericolo negli abitati?

AlberiAVERSA. Ancora un sos all’assessore all’ambiente Nicola Palmieri perché dica la sua, e magari intervenga, sulla necessità di potare o rimuovere per ripiantumare in sedi più idonee gli alberi di alto fusto presenti in città. Dopo quello lanciato dai residenti di via Gemito che avevano chiesto, ma senza successo, l’intervento dell’assessore per risolvere il problema creato da un pino mediterraneo, alto una quindicina di metri, da cui di tanto in tanto piovono in strada pigne come fossero bombe, …..

Ambnte……. con ovvio rischio per la testa dei passanti, oltre che per le automobili in sosta, è la volta dei clienti dell’istituto bancario situato in piazza Bernini. I lecci piantumati una quindicina di anni fa per creare una macchia verde giusto negli angoli del complesso noto come “Bernini Center”, esattamente dove, oggi, c’è l’ingresso della banca sono diventati un pericolo per l’incolumità dei passanti. Certo con il caldo di agosto chi è stato costretto a sostare all’ingresso dell’istituto sicuramente ha avuto piacere nell’approfittare della loro ombra, ma quando accade che danneggino qualcosa o qualcuno ci si rende conto del pericolo rappresentato dagli alberi. Proprio come è successo ad Amedeo Letizia, proprietario dell’auto che mostra la foto. Aveva appena inserito la carta di credito nel bancomat quando ha udito il tonfo di un ramo che, probabilmente, per il peso eccessivo si è spezzato e, staccatosi dall’albero, è caduto pesantemente davanti alla vettura. Nessun danno, ma tanta paura per Amedeo che ha ringraziato immediatamente il suo angelo custode per aveva impedito che il ramo cadesse mentre, uscito dall’automobile, percorreva la rampa per raggiungere il bancomat. Se l’avesse colpito non avrebbe potuto raccontare la storia che questa volta è stata a lieto fine, ma la prossima potrebbe non andare così. Da qui la necessità di lanciare un sos all’assessore Palmieri. Come si sa Il leccio mediterraneo è un albero che può raggiungere i 28 metri d’altezza e quelli presenti in piazza Bernini sono sulla buona strada per arrivare così in lato. E, considerando che circondano l’ingresso di un istituto di credito frequentatissimo, c’è da riflettere sull’opportunità di abbellire la città con piante d’alto fusto. Se basta il peso eccessivo per rompere un ramo, ci chiediamo cosa potrebbe accadere se questo inverno alberi come i lecci di piazza Bernini o il pino di via Gemito dovessero sopportare la violenza di un vento particolarmente forte. Nell’ottica del meglio prevenire che curare, forse è meglio trasferire nel parco Pozzi gli alberi d’alto fusto, sostituendo con piante più sicure quelle presenti negli abitati della città.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico