Italia

Italia vince di misura sulle Far Oer

Pippo Inzaghi esulta per il golAlla vigilia della partita contro le isole Far Oer (letteralmente, “isola delle pecore”), ci aveva pensato Donadoni a suonare la carica. Quella che poteva sembrare una formalità, portava con sé l’insidia di una gara che gli azzurri potevano affrontare con blando impegno.

gli azzurri esultanoSolo quella, la possibile minaccia per i campioni del mondo, visto che le Far Oer – squadra occupante il 185esimo posto del ranking FIFA – è un team formato da calciatori che per mestiere fanno tutt’altro. Poliziotti, elettricisti, muratori: insomma, tutto un altro modo d’intendere il pallone. Il c.t. azzurro aveva chiesto un’Italia “assatanata”, che evitasse di scendere in campo con la testa altrove, affrontando l’avversario col dovuto rispetto. Il 2-1 finale, probabilmente, questo impegno non lo testimonia ma, come sottolinea Donadoni, “l’importante era vincere”. E l’Italia ha vinto, con due gol – gli ennesimi – di un instancabile Pippo Inzaghi, arrivato a quota 25 con la maglia azzurra. È lui, nello stadio “Tórsvøllur” di Torshavn, ad aprire le marcature al 13’, prefigurando verosimilmente una goleada tranquillizzante. Ma così non accade: gli azzurri giochicchiano, e il primo tempo si chiude sull’1-0. Chi si aspetta una ripresa stile Germania (che ieri al San Marino ne rifilava 6, solo nella ripresa) rimane deluso. Al 3’ è ancora Inzaghi a metterla dentro, incornando un cross di Diana, ma da lì in avanti, più nulla. La gara si trascina verso un finale scontato e noioso, se non fosse per Rogvi Jacobsen, centravanti faraorense – professione carpentiere, che al 32’ della ripresa anticipa di testa Oddo e corona il sogno di aver segnato, proprio al portiere campione del mondo Buffon, il primo gol della sua squadra a queste qualificazioni europee. La partita si spegne con l’Italia che amministra il vantaggio, e le Far Oer che non hanno più nulla da chiedere. Nella nazionale dei carpentieri e degli elettricisti, che nel dopolavoro alternano un allenamento ad una sosta fuori un bar qualunque, c’è chi può orgogliosamente annunciare: “Sapete che ho fatto un gol a Buffon?”. Se non fosse storia vera, uno così, lo prenderebbero tutti per matto. Mercoledì prossimo, intanto, sfida contro la Lituania. Fondamentale sarà, inutile dirlo, conquistare i tre punti, visto che solo oggi l’Italia è rientrata in zona qualificazione. A tallonarla, la Scozia, che affronterà proprio le isole Far Oer. Donadoni schiererà, si presume, una formazione più incisiva, che riesca, oltre a vincere, a convincere un po’ di più.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico