Gricignano

Sull’attentato a Lettieri indagano i Carabinieri

CarabinieriGRICIGNANO. Sull’attentato subito dal sindaco e assessore provinciale Andrea Lettieri, stanno i carabinieri del gruppo di Aversa, comandati dal maggiore Francesco Marra, e della stazione di Gricignano, guidati dal maresciallo capo Mauro Nuzzi.

Gli inquirenti, in particolare, si stanno concentrando sul filmato ripreso dalla telecamera del sistema di videosorveglianza collocata all’altezza del cancello d’ingresso dell’abitazione di Lettieri, proprio dove è stata piazzata la bomba carta che ha provocato un boato spaventoso e provocato alcuni danni allo stesso cancello in ferro e al muretto ricoperto con mattonelle di porfido. Le immagini, a colori, mostrano un uomo, fisicamente potrebbe far presumere un giovane tra i 25 e i 30 anni, con addosso un jeans, una maglietta bianca e un cappellino. E’ a volto scoperto, per tutto il tempo resta spalle alla telecamera, ma dall’elaborazione dei fotogrammi potrebbe venire identificato. Questi arriva a bordo di un’auto (non visibile poiché non rientrata il punto dell'esplosione nella visuale, l’unica certezza è che la vettura entra da Corso Umberto), con uno o più complici, scende e si avvicina all’ingresso dell’abitazione, riponendo all’angolo tra il cancello e il muretto una busta di carta, contenente l’ordigno. Resta sul posto una ventina di secondi, tira fuori la miccia dalla busta, la accende e torna in auto per scappare. La miccia ci mette circa un minuto per produrre l’esplosione. Nel frattempo che l’uomo prepara la bomba si notano, dai riflessi sul muretto di marmo, le luci rosse degli stop della macchina, che il conducente, con il pedale del freno, accende ad intermittenza, probabilmente per esortare il complice a sbrigarsi. Intanto, per tutta la giornata di ieri il sindaco ha ricevuto numerosissimi attestati di solidarietà, così come era stato all’indomani dell’episodio. In una nota della sezione cittadina dei Ds si legge: “Esprimiamo al sindaco ed alla sua famiglia tutta la nostra solidarietà per il grave attacco criminale subito ad opera di balordi e parassiti della nostra società che perseguono il loro unico fine dell’intimidazione di uomini e istituzioni per imporre la legge della violenza sovvertendo i principi del vivere civile e della legalità”. Solidarietà anche dalla Margherita di Orta di Atella da parte dei consiglieri comunali Giovanni Migliaccio e Villano.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico