Campania

Il 15 giugno manifestazioni per l’Ambiente in tutta la Regione

il 15 giugno manifestazioni per l'Ambiente in CampaniaNAPOLI. In questi giorni in cui le emergenze più notiziabili “dell’affaire munnezza” sembrano momentaneamente nel dimenticatoio, resta però la vera drammatica emergenza legata alla devastazione della nostra regione, …

…ai gravissimi rischi per la salute di intere comunità, ad un piano rifiuti che punta tutto su incenerimento e megadiscariche boicottando nei fatti la raccolta differenziata e condannando i nostri territori ad ulteriore inquinamento. Ad esempio un megainceneritore come quello di Acerra “ha bisogno” che la differenziata non funzioni, perché senza plastica e carta diventa antieconomico. Un altro modello è possibile, come accade in molte parti del mondo, ma per applicarlo bisogna anzitutto rimediare alla “Bancarotta della democrazia” causata da una gestione politica che ha fatto dell’emergenza una strategia e intende sempre più l’intervento ambientale come business che coinvolge forme di affarismo legale e illegale e che non ha nessun rispetto per la salute e per la natura. Questa gente non ha più alcuna credibilità. Non sarà chi ha creato l’emergenza a traghettarci fuori da essa…! Restituiamo democrazia reale alle comunità!”. Dopo la manifestazione nazionale del 19 maggio non abbiamo nessuna intenzione di fermarci.

Manifesteremo Venerdì 15 giugno in molte località della Campania:

– a Napoli: presidio ore 10.00 in via Verdi – in occasione del consiglio comunale tematico sui rifiuti (partecipano alla mobilitazione centri sociali, movimenti dei precari, comitati ambientalisti, rete 28 aprile, sindacati di base ecc..);

– a Salerno: corteo ore 17.00 da Torrione fino in Prefettura. In questa manifestazione confluiscono anche i Comitati di Serre, Campagna e Montecorvino;

-a Terzigno: Corteo nel pomeriggio con le comunità di Terzigno, Boscoreale, Boscotrecase. – A Giugliano, ore 11.00 presidio sotto il consorzio di bacino Napoli 1;

– ad Acerra: mobilitazione per portare la raccolta differenziata alla Erreplast.

Tutti insieme chiederemo:

– La fine del commissariamento ai rifiuti e le dimissioni dei responsabili politici del disastro.

– Un nuovo piano che punti davvero su riciclaggio, differenziata e trattamento a freddo del residuo e rinunci all’abbraccio mortale con la logica del business, dell’incenerimento e delle megadiscariche.

– Il ritiro del decreto governativo sulle cave, che è antidemocratico, attenta ancora alla salute delle comunità e fa solo un favore a quei poteri che sulle cave hanno sempre speculato.

Queste mobilitazioni saranno anticipate il 13 giugno da un’assemblea pubblica ai cancelli della centrale turbogas di Vigliena (San Giovanni a Teduccio) contro la centrale e l’inquinamento da nanoparticelle e il 14 giugno da azioni simboliche in sostegno della raccolta differenziata porta a porta (l’unica che funziona), con Presidi dimostrativi, iniziative comunicative e Gazebo in piazza Dante e piazza Carità (Napoli) dalle ore 17.00.

da "Comitati Campani in difesa della salute e dell'ambiente"

il manifesto dell'evento

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico