Aversa

Cumuli di rifiuti in fiamme distrutta piccola azienda

RifiutiAVERSA. Una piccola industria di porte e infissi in legno è stata avvolta dalle fiamme partite da un cumulo di rifiuti incendiato nelle prime ore del mattino. I danni non sono stati ancora quantificati, ma sono di certo ingenti visto che il rogo ha distrutto macchinari costosi, infissi già ultimati e gran parte della produzione pronta per essere esportata.

RifiutiÈ la prima volta che un’industria è toccata direttamente dall’emergenza rifiuti e dagli effetti, negativi, che ne scaturiscono. La combustione a catena è stata registrata ieri, alle sei del mattino, in via Savoia, una traversa di via Lavinaio, al Borgo. Il titolare del capannone industriale ha avvertito i vigili del fuoco di Aversa con una telefonata al 115. Tre autobotti, due di queste giunte da Caserta, non sono bastate per bloccare la diffusione delle fiamme. Le procedure di spegnimento, infatti, si sono protratte per ben sei ore con la smobilitazione della squadra dei vigili alle 12. È quasi certa l’origine dolosa dell’incendio. I rifiuti depositati da giorni nei pressi del deposito e mai prelevati, sarebbero stati bruciati da ignoti durante la notte e l’incendio si sarebbe esteso alla struttura. Sul posto è giunta anche una pattuglia con due agenti del comando dei vigili di Aversa; i caschi bianchi hanno verbalizzato l’accaduto stilando la relazione sull’agibilità del capannone. Per ora restano da eseguire le indagini. Ad Aversa, come nei diciotto paesi dell’Agro aversano, la situazione è diventata intollerabile. Per sostenere i settori industriali in forte difficoltà è stato chiesto lo stato di calamità, ma la soluzione sarebbe quella di uscire dall’emergenza rifiuti entro gli inizi di luglio, per scongiurare danni irreparabili. Il comando dei vigili del fuoco registra circa trenta chiamate al giorno di utenti infuriati e cittadini che denunciano roghi nell’agro. Circa venti reclami al giorno giungono, invece, alla Polizia municipale di Aversa. Risultano moltiplicate, invece, le visite di bambini e neonati morsi da zanzare e insetti che coprono i rifiuti presso il reparto di pediatria degli ospedali.

Il Mattino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico