Carinaro

Oliva vince il premio di poesia “Periferie”

 CARINARO. Mercoledì mattina, presso il teatro del centro Ester di Barra (Napoli) c’è stato un evento particolare: la premiazione di un concorso di poesie intitolato “Periferie”, riservato agli studenti della scuole primarie e secondarie di primo grado della Campania.

Beniamino SassiIl concorso, organizzato dall’Istituto “Giulio Rodinò” di Napoli, ha voluto dare una voce alle periferie, realtà difficili, luoghi di incontro/scontro tra culture diverse, ricchi di contraddizioni, spazi del possibile, dove i sogni di riscatto sociale, civile, culturale e politico non devono svanire. Il tema di questa edizione è stata la donna intesa come perno della vita che ci genera, ci accompagna e ci sostiene: madre, sorella, amica, moglie e compagna. Nella sezione dedicata alla scuola primaria la piccola Alessandra Oliva, della scuola elementare “San Giovanni Bosco” di Carinaro, con la poesia “La donna non si cambia”. Alessandra, accompagnata dai genitori, dai docenti dell’istituto guidato dal dirigente Beniamino Sassi e dai suoi compagni di classe ha ritirato emozionata il suo premio davanti ad una platea di ragazzi provenienti da molte scuole della regione, che hanno voluto testimoniare con la loro presenza che anche le periferie possono diventare “la città di tutti”. Il suo lavoro e quelli degli altri bambini che hanno partecipato è stato inserito in una pubblicazione dal titolo “La città comune”. Al traporto degli alunni ha provveduto l’amministrazione comunale di Carinaro, su interessamento dell’assessore all’istruzione Domenico Barbato, con l’ausilio del personale Lsu. L’elementare “Bosco”, ricordiamo, era reduce dal successo della manifestazione “Bimbimbici”, tenutasi nei giorni scorsi per le strade della cittadina aversana, a cui hanno partecipato numerosi bambini in bicicletta, assieme a genitori e familiari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico