Sant’Arpino / Politica

L’opposizione “scappa”, Savoia accusa

(Visualizzato 1527 volte)

Giuseppe SavoiaSANT’ARPINO. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Savoia, attraverso un manifesto,accusa l’opposizione di aver abbandonato la seduta consiliare del 2 maggio scorso per “sottrarsi alla discussione democratica” poichè “priva di argomenti validi”.

palazzo ducaleEcco il testo del manifesto: “Per motivi futili e faziosi l’opposizione, durante l’ultimo Consiglio Comunale del 02 maggio, ha abbandonato la seduta ancor prima di partecipare ad una dialettica democratica fondante di qualsiasi comunità civile. Disinteressati degli importanti argomenti all’ordine del giorno, infatti, che determineranno l’attività amministrativa dell’ultimo anno di consiliatura, i sette consiglieri di minoranza, in barba a qualsiasi valore di responsabilità ed etica politica e professionale, hanno rinunciato a quella che poteva essere una discussione seppur critica, ma costruttiva per il bene della collettività santarpinese. Al vaglio dell’assise, infatti, vi era per la prima volta l’approvazione del bilancio sia consuntivo che preventivo, quale strumento finanziario anima dell’operato amministrativo che importanti novità introduce circa la dotazione organica, le politiche a favore dei minori, le politiche culturali, gli anziani; l’approvazione del nuovo Regolamento Edilizio che consentirà ai cittadini santarpinesi di poter avere maggiori possibilità di completamento delle proprie abitazioni; l’approvazione del piano triennale di opere pubbliche ed altro ancora. L’opposizione, dunque, priva di argomentazioni valide da contrapporre alle scelte oculate e responsabili degli amministratori, si è sottratta alla discussione democratica, fuggendo dall’Aula Consiliare incurante delle sorti del paese forse perché troppo intimorita ed impaurita dal buon operato di una maggioranza attenta e produttiva che si accinge a completare appieno il programma politico amministrativo, fornendo alla cittadinanza strumenti e servizi prima mai offerti”.

I più letti

Ultimi Commenti