Carinaro / Politica

La Sinistra Giovanile a Sardo: “Resta con noi”

(Visualizzato 739 volte)

SGCARINARO. La Sinistra Giovanile campana invita Raffaele Sardo, autosospesosi dai Ds dopo il caso Brancaccio, a restare nel partito e continuare la battaglia conto la camorra.

In una mail inviata alla nostra redazione il responsabile anticamorra della Sg campana Francesco Gentile, e dal segretario regionale Michele Grimaldi, rivolgendosi a Sardo, scrivono: “Caro Raffaele, non ci conosciamo anche se, come ricorda Giovanni nella presentazione alla tua mail, hai già incontrato la Sinistra Giovanile. L’hai incontrata in uno dei suoi momenti di mobilitazione contro la camorra, l’hai incontrata mentre la nostra organizzazione era impegnata, pubblicamente, nella sua battaglia quotidiana contro le mafie. Viviamo il tuo stesso disagio, lo viviamo anche noi in maniera sofferta e sentita. Non è facile neanche per noi assistere agli spettacoli indegni di chi utilizza l’appartenenza ad una grande comunità per legarsi al malaffare. Come vedi abbiamo usato il termine “comunità”. E non l’abbiamo usato casualmente. Questa parola ha un peso, almeno per noi, straordinario. Rappresenta il senso di ciò che facciamo, del nostro impegno quotidiano. Ebbene la comunità è un luogo di crescita collettiva, continua; rappresenta anche il luogo in cui si predicano e si praticano valori condivisi, impegni condivisi, battaglie condivise. Capiamo il tono della tua lettera, capiamo l’amarezza, capiamo la delusione. Ma ti chiediamo, noi giovani campani, di restare in questo partito, di continuare con noi la battaglia quotidiana contro la camorra, il malaffare, gli intrecci paurosi e inquietanti tra politica ed interessi. Ti chiediamo di non guardare a questa comunità in maniera netta, senza coglierne le differenze, la sua pluralità. Ti chiediamo di restare, noi giovani anticamorra campani, per non lasciare libero il campo, di riempirlo – questo campo – con noi. Ti chiediamo di non lasciarci soli”.

I più letti

Ultimi Commenti