Gricignano / Società

Via alla residenza per anziani

(Visualizzato 557 volte)

AnzianiSANT’ARPINO. Buona sanità: cominceranno tra poco i lavori per la realizzazione di una Rsa, ovvero una residenza sanitaria assistita per anziani e disabili. Il progetto, nato dall’accordo stipulato tra il Comune e l’Azienda Sanitaria Locale Ce2, risale a qualche anno fa e finalmente dopo una lunga fase di organizzazione, di progettazione, dopo dinieghi, approvazioni e ritardi, ha inizio la fase concreta di costruzione.

La struttura sorgerà in uno spazio di circa 2800 metri quadrati, in via Baraccone, dinanzi all’impianto sportivo «Ludi Atellani» e fornirà assistenza a degenti, darà ospitalità ad anziani soli e malati e garantirà un sostegno medico e psicologico a persone disabili e in particolar modo a bambini e ai loro genitori. «I lavori per la realizzazione dell’importante progetto inizieranno fra breve –Residenza Anziani ha assicurato il sindaco Giuseppe Savoia in maniera tale che entro un anno l’intera area atellana e aversana avranno a disposizione un grosso centro per il recupero e il sostegno dei malati». «Il risultato raggiunto per la realizzazione della Rsa a Sant’Arpino – ha sottolineato Roberto Iavarone, assessore ai lavori pubblici – mostra l’importanza della collaborazione, della sinergia fra le diverse istituzioni che operano su un territorio; è fondamentale infatti – continua Iavarone – che le istituzioni si uniscano per risollevare le sorti della sanità in Campania, una sanità costosa, una sanità che ha sempre più bisogno del supporto, del contributo e delle risorse degli enti locali, regioni, province, per raggiungere quella preziosa e vitale integrazione socio-sanitaria». «Un nuovo traguardo, un’altra importante struttura a servizio della nostra comunità, un ambizioso obiettivo raggiunto – ha commentato l’assessore ai servizi sociali Giovanni D’Errico la struttura residenziale extra ospedaliera, con più di quaranta posti letto, fornirà accoglienza, prestazioni sanitarie e di recupero, tutela e trattamenti riabilitativi ad anziani in condizioni di non autosufficienza fisica e psichica privi di supporto familiare; inoltre sarà previsto un servizio che consenta di erogare a domicilio gli interventi sanitari continui e l’assistenza necessaria. Con la costruzione della Rsa – conclude D’Errico – ci avviciniamo ad una sanità sempre più attenta ai cittadini e rispondente soprattutto alle loro esigenze. Una sanità efficace ed efficiente, scevra da sprechi e che si adegui ai reali bisogni dei malati».

fonte: Il Mattino

I più letti

Ultimi Commenti